Risky business: finanziamento dell’Agenzia di Ricerca olandese NWO per Giovanni Ceccarelli

Tra i promotori del progetto l’Università di Parma, che avrà 50 mila euro. Il docente del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali è esperto di rischio e assicurazioni

 L’Agenzia di Ricerca olandese NWO (Netherlands Organisation for Scientific Research) ha premiato con un finanziamento di oltre 50 mila euro il progetto “Risky business: pricing, governance, and integration in European insurancemarkets, c. 1400-c. 1870”. L’Università di Parma è tra i promotori della ricerca con Giovanni Ceccarelli, docente di Storia economica del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali, esperto di rischio e assicurazioni. Completano il team altri due specialisti: Adrian Leonard (University of Cambridge) e Sabine Go (Vrije Universiteit Amsterdam), che è anche Principal Investigator.

Scopo del progetto, che partirà a inizio 2019, è creare una banca dati open-access, consultabile on line, che raccolga i dati relativi a migliaia di assicurazioni marittime dalla fine del Medioevo all’800 inoltrato. L’ambizione è creare uno strumento d’indagine cooperativo che stimoli le ricerche sul tema del rischio, la sua percezione e il suo valore economico. Tra le iniziative previste c’è un workshop internazionale che si terrà a Parma nel 2020.

Questo è il terzo progetto internazionale collegato alla storia del rischio in cui Giovanni Ceccarelli è coinvolto, dopo la fellowship presso l’Università di Princeton (2016-2017) e l’affiliazione al progetto ERC “Average-Transaction Costs and Risk Management during the First Globalization” dell’Università di Exeter (2017-2022).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parmense flagellato dal maltempo: allagamenti, crolli e disagi per la neve

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Esce di strada in via Emilia sotto la pioggia a dirotto: gravissimo al Maggiore

  • Pioggia e vento, allerta gialla nel parmense: week end con temperature in discesa

  • Maltempo: allerta per piene dei fiumi e frane in Appennino

  • Scatta l'obbligo di gomme da neve sulle strade provinciali

Torna su
ParmaToday è in caricamento