Aironi Rugby: il gioco c’è ma la vittoria no, vince lo Scarlets

Nonostante la buona gara e per due volte in vantaggio, alla fine arriva un'altra sconfitta per gli uomini di Phillips davanti al proprio pubblico. I gallesi si impongono allo Zaffanella con il risultato di 34 a 17

Aironi Rugby- Scarlets 17-34

Marcatori: 7’Tebaldi(3-0), 27’ Tebaldi(10-0), 31’Priestland(10-3), 36’Stoddart (10-8), 36’Priestland (10-10), 40’Priestland (10-13), 48’Priestland (10-16), 56’ Pizarro( 15-16), 56’ Tebaldi(17-16), 60’Priestland (17-19), 69’Edwards(17-24), 75’Maule ( 17-29), 79’ Priestland(17-34)

Aironi Rugby:15. Julien Laharrague   14. Giulio Toniolatti   13. Rodd Penney   12. Gabriel Pizarro   11. Matteo Pratichetti   10. James Marshall   9. Tito Tebaldi   1. Matias Aguero   2. Roberto Santamaria   3. Fabio Staibano   4. Marco Bortolami   5. Joshua Furno   6. Josh Sole   7. Gareth Krause   8. Nick Williams  
Replacements: 16. Luigi Ferraro   17. Luca Redolfini   18. Luigi Milani   19. George Fabio Biagi   20. Simone Favaro   21. Michael Wilson   22. Paolo Buso   23. Guilio Rubini  

Scarlets:15. Dan Evans   14. Morgan Stoddart   13. Gareth Maule   12. Regan King   11. Nic Reynolds   10. Rhys Priestland   9. Tavis Knoyle   1. Iestyn Thomas   2. Ken Owens   3. Peter Edwards   4. Lou Reed   5. Dom Day   6. Ben Morgan   7. Johnathan Edwards   8. David Lyons  
Replacements: 16. Emyr Phillips   17. Phil John   18. Simon Gardiner   19. Damian Welch   20. Jonny

Tante le novità per gli Aironi come l’esordio in panchina del nuovo allenatore Rowland Phillips, subentrato a Bernini  che ora copre un ruolo più manageriale, e l’esordio dal primo minuto per l’ultimo arrivato Marshall.  Gara non facile visto che gli Scarlets hanno il secondo attacco del torneo e sono secondi in classifica, infatti arriva un’altra sconfitta per gli Aironi che nonostante ciò, hanno condotto un’ottima gara andando per due volte in vantaggio.

Primo tempo  molto equilibrato e ben giocato soprattutto nella prima parte dagli Aironi che dimostrano di non meritare l’ultima posizione in classifica perché il buon gioco c’è. Partono a testa alta e al 7’ passano subito in vantaggio sul 3 a 0 grazie ad un penalty trasformato da Tebaldi.  Gli Scarlets cercano subito di reagire collezionando la prima azione pericolosa con Priestland ma senza ottenere risposta positiva. Nel giro di quindici minuti gli Aironi potrebbero aumentare il loro vantaggio in quanto l’arbitro gli assegna in successione ben tre penalty ma Tebaldi, autore dei primi tre punti, li sbaglia tutti.  Ma al 27’ lo stesso Tebaldi si fa perdonare  con un’ottima meta e la successiva trasformazione portando la propria squadra sul 10 a 0.  I gallesi non ci stanno e iniziano a concretizzare le proprie azioni solo dopo la mezzora quando Priestland  trasforma un penalty e ottiene i primi tre punti.  Ma il recupero ospite non termina qui perché ci mette poco a pareggiare i conti. È il 36’ quando Stoddart realizza una meta e ancora Priestland realizza la trasformazione successiva.  A cinque minuti dalla fine del primo tempo Priestland sorprende tutti con un drop in gioco e capovolgendo la situazione a proprio favore andando al riposo sul 13 a 10.

Il secondo tempo si apre con una serie di sostituzioni per gli ospiti e con Priestland che al 48’ trasforma un nuovo penalty ma il coraggio degli Aironi esce fuori al 56’ quando Pizarro schiaccia a meta ottenendo anche la conversione di Tebaldi e gli Aironi si riportano nuovamente in vantaggio per 17 a 16. Ma è solo un vantaggio momentaneo di appena due minuti infatti un altro penalty trasformato ancora da Priestland riporta nuovamente gli ospiti in vantaggio e da qui termina la gara degli Aironi, infatti gli ospiti collezionano ben tre mete consecutive rispettivamente con Edwards, Maule  e Priestland chiudendo la gara, a dir poco rocambolesca, sul 17 a 34.

Nonostante la sconfitta, sicuramente una buona gara da parte degli Aironi che, forse, fino ad ora mai avevano ottenuti così tanti punti. Sicuramente la mano del nuovo coach Phillips si vede ma è giusto aspettare qualche altra gara per vedere i frutti del suo lavoro.

Scarlets rimane in seconda posizione nella classifica di Magners League alle spalle della capolista Munster. Gli Aironi rimangono all’ultimo posto. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • "La Pianura Padana è una camera a gas"

  • Tragico incidente a Castione Marchesi: muore un bimbo di tre anni

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • Maxi blitz di polizia, carabinieri e finanza: città al setaccio

  • Dramma della disperazione in borgo Felino: 73enne trovato morto in casa

Torna su
ParmaToday è in caricamento