Juventus-Parma 3-3 Impresa crociata Gervinho al 93'

Rimontata la squadra di Allegri che era andata avanti con gol di CR7 e Rugani. Accorcia Barillà, poi Ronaldo trova il 3-1, ma con grande cuore il Parma si rituffa in avanti e trova prima il 3-2 con Gervinho e poi 3-3 sempre con l'ivoriano

Gervinho - foto Ansa

Dal nostro inviato

TORINO – Un pari che sa di vittoria, contro i più forti, raggiunti alla fine. La doppietta di Gervinho cancella la meno quotata di CR7 che cerca di dettare legge e spesso ci riesce pure, ma non ha fatto i conti con il Parma cinico e concreto, che rimane in partita grazie a un colpo di tacco di Gervinho, bravo poi a metterci il gambone al 93’ quando le mani di Perin si piegano al suo destro. E i tifosi del Parma festeggiano l’impresa più bella del campionato fino a qui.

Più juventus che Parma, come era ampiamente prevedibile. Sono pochissime le squadre che hanno lasciato il segno allo Stadium, quest’anno il Genoa, l’Empoli, la Samp e il Cagliari. L’ultimo graffio di un avversario è quello di Fabio Qualgiarella, su calcio di rigore. Il Parma però vuole iscriversi subito alla lista delle privilegiate e ci prova a disturbare Perin che deve subito compiere un intervento su Kucka, giocatore che appare ritrovato dopo l’apparizione con la Spal. Certo, soffre il dinamismo di Matuidi, che al 36’ riesce a servire il pallone trasformato in gol da CR7 che beffa il suo amico Bruno Alves (e Sepe), grazia a un destro in caduta sul quale pendono due deviazioni. Gol brutto ma prezioso che mette in ghiaccio un primo tempo cominciato bene dal Parma, bravo ad accelerare subito con Gervinho e Kucka, meno bravo poi a continuare il forcing perché costretto da Cancelo e Douglas Costa da un lato e Spinazzola e Cristiano dall’altro, a rimanere basso.

DIRETTA

I bianconeri passano troppo tempo con il pallone tra i piedi nell’area degli avversari, che però non alzano il solito muro e non leggono mai l’ingresso in area della mezzala avversaria. Ronaldo gioca da regista, si stacca e calcia, trovando appunto il gol favorito da una doppia deviazione. Il palo di Khedira, il secondo del tedesco, tiene in gara un Parma che si fa infilare da Rugani nella ripresa. Una serie di batti e ribatti finisce per trovare libero il difensore che riceve da CR7 e insacca. Partita finita? Macché: c’è tempo per l’impresa. Forse ad alimentare il sogno del Parma è Barillà che alla Juve fa spesso male. Cross di Kucka, buco difensivo dei bianconeri e colpo di testa all’angolino preciso preciso di Nino. La gioia dura poco perché lo strapotere fisico dei bianconeri si dimostra nel colpo di testa perentorio di Cristiano, che affossa Iacoponi e riporta il risultato a distanza di sicurezza. Fino a quando la partita si fa strana. Entrato Siligardi, bravo a cucire il gioco, a fare il trequartista e imbeccare Inglese molto astuto nell' aggiustare ogni situazione, il Parma riprende vigore e ci crede. E sulla destra sfonda Kucka, fisicamente meglio rispetto all’apparizione disastrosa vista con la Spal. E’ lui a inventarsi l’assist per Gervinho che di tacco (grazie alla deviazione di Rugani) spiazza Perin. Un quarto d’ora al forcing, c’è profumo di impresa allo Stadium. E la firma sulla gara che passerà alla storia la mette Gervinho da Abidjan: impreciso il disimpegno della retroguardia bianconera che si complica la vita e rimette in gioco l’ivoriano, servito da Siligardi. Il destro è solamente deviato da Perin, sbatte sulla traversa e finisce in gol. 3-3, il Parma aggiunge un’altra pagina alla sua fantastica storia.

IL TABELLINO

JUVENTUS-PARMA 3-3

MARCATORI: 35' e 66' Ronaldo (J), 62' Rugani (J), 64' Barillà (P), 74' e 93' Gervinho (P).

Juventus_Logo_2017-2JUVENTUS (4-3-3):Perin; Cancelo, Caceres, Rugani, Spinazzola; Khedira (79' Bentancur), Pjanic, Matuidi; Douglas Costa (46' Bernardeschi)(87' Emre Can), Mandzukic, Ronaldo. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, De Sciglio, Alex Sandro, Dybala, Kean. All.: Allegri.

parma-logo-nuovo-2-2PARMA (4-3-3):  Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gagliolo; Kucka (86' Sprocati), Scozzarella (76' Stulac), Barillà; Gervinho, Inglese, Biabiany (56' Siligardi). A disp.: Frattali, Bagheria, Dimarco, Machin, Gobbi, Gazzola, Dezi, Davordzie, Ceravolo. All.: D'Aversa.

ARBITRO: Giacomelli di Trieste.

NOTE: Ammoniti: Emre Can (J); Barillà, Scozzarella (P). Recupero: 2'pt-4'st. Calci d'angolo: 11-4.

Potrebbe interessarti

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli

  • Come combattere il caldo durante il viaggio in auto

  • Sabbia in casa: trucchi e consigli per liberarsene

  • Quando gli odori risvegliano i ricordi

I più letti della settimana

  • Picco di caldo a Parma: ecco come saranno le temperature per Ferragosto

  • Rischia di annegare al mare a Marina di Massa: 38enne di Fontanellato gravissima

  • Atleta cade in un burrone durante una gara di trial: 48enne muore al Maggiore di Parma

  • Organizzava spedizioni punitive dalla sua casa di Borgotaro: arrestato boss della 'Ndrangheta

  • Scossa di terremoto 3.9 con epicentro a Borgotaro

  • Ricatto a luci rosse: "Paga 2 mila euro o diffondiamo le immagini dei video porno che hai guardato"

Torna su
ParmaToday è in caricamento