rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Animali

Gatto delle sabbie: caratteristiche e abitudini alimentari

Il gatto delle sabbie è una specie animale selvaggia. Scopriamo tutte le caratteristiche di questo felino predatore.

I gatti delle sabbie hanno un mantello tendente al colore sabbia o beige chiaro oppure al grigio-marrone, leggermente più scuro sul dorso e chiaro sul ventre, con strisce sulle zampe.

Striature rosse e audaci attraversano ciascuna guancia dall'angolo di entrambi gli occhi. I gatti delle sabbie hanno una testa larga con occhi grandi e orecchie basse, mentre hanno arti piuttosto corti.

Comportamenti ossessivo-compulsivi nel gatto: come riconoscerli e aiutare il peloso

Caratteristiche fisiche

La coda, che può rappresentare circa la metà della lunghezza testa-corpo, presenta due o tre anelli e la punta nera. La lunghezza del corpo varia da 45 a 57 centimetri, con la coda che va da 28 a 35 centimetri. I gatti della sabbia adulti pesano da 1 a 3,5 chilogrammi.

Oltre a proteggere la creatura dal calore, la pelliccia sotto le zampe funge da cuscino che permette al gatto di camminare sulla sabbia senza sprofondarvi. In altre parole, il gatto delle sabbie non lascia impronte dietro di sé come prova della sua presenza. Un esemplare può vivere fino a 13 anni.

Habitat

I gatti delle sabbie vivono in tre regioni distinte del mondo: il deserto africano del Sahara, che si estende attraverso Algeria, Niger e Marocco; in tutta la penisola arabica; e in alcune parti dell’Asia centrale tra cui Turkmenistan, Iran, Pakistan e Afghanistan.

Preferiscono un habitat molto secco e arido con poca vegetazione. Sono creature che vivono nella sabbia, popolano pianure aride e valli rocciose dove le condizioni sono estreme. Le temperature superficiali possono raggiungere i 51° durante il giorno, per poi scendere fino a -0,5° durante la notte.

Questa specie preferisce terreni pianeggianti e si ritira nelle tane quando le temperature diventano troppo estreme.

Gatto somalo: tutto quello che devi sapere per prendertene cura

Cibo e abitudini alimentari

I gatti delle sabbie sono impavidi cacciatori: le loro prede possono includere vipere velenose e altri serpenti. Vivendo in un habitat relativamente desolato, come molte specie che vivono nel deserto, i gatti delle sabbie possono sopravvivere senza acqua per settimane.
Inoltre, cacciano nascondendosi vicino al terreno e usando il loro senso dell'udito molto potenziato per individuare la preda.

Potrebbero ricordarti degli adorabili gattini domestici, ma non lasciarti ingannare: sono feroci predatori. Mangiano principalmente piccoli roditori, ma sono mangiatori opportunisti e cacciano anche uccelli, lepri e insetti.

Essendo generalmente animali notturni, cacciano la maggior parte di notte. Sono straordinariamente furtivi, si nascondono a terra con le gambe piegate, pronti a balzare e usano il loro udito sensibile per localizzare le prede, anche sottoterra.

Se catturano più di quello che possono mangiare in una volta, seppelliscono le carcasse nella sabbia per mangiarle in un secondo momento.

I gatti delle sabbie sono animali prevalentemente notturni e crepuscolari, che evitano il caldo intenso del deserto nascondendosi nelle tane. Fanno affidamento sulla loro capacità di scavare per creare riparo dalle condizioni meteorologiche estreme.

I gatti delle sabbie sono definiti come animali esotici e sono illegali nella maggior parte degli stati. Si tratta di “gatti selvatici” e la maggior parte delle leggi vietano di tenerli come animali domestici, proprio per la loro natura predatrice.

Articolo originale su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gatto delle sabbie: caratteristiche e abitudini alimentari

ParmaToday è in caricamento