Contributi per gli alloggi in affitto a Parma: domande dal 16 maggio

I moduli di domanda sono in distribuzione presso gli uffici comunali del Duc, in largo Torello de Strada 11/A e presso la sede di Acer, oppure sono scaricabili dai siti www.comune.parma.it e www.aziendacasapr.it

Tornano i contributi pubblici per gli alloggi in affitto, destinati ai ceti sociali meno abbienti. La giunta comunale ha dato il via libera al Bando di concorso per l’erogazione di contributi integrativi a valere sulle risorse al Fondo nazionale per l’accesso alle abitazioni in locazione. Le domande potranno essere presentate da lunedì 16 maggio fino a martedì 21 giugno 2011, e dovranno essere consegnate direttamente o inviate per posta ad Acer Parma, in vicolo Grossardi 16/A.

I moduli di domanda sono in distribuzione presso gli uffici comunali del Duc, in largo Torello de Strada 11/A e presso la sede di Acer, oppure sono scaricabili dai siti www.comune.parma.it e www.aziendacasapr.it.

Chi intende accedere ai contributi del Fondo deve presentare, come parte integrante della domanda, copia della Dichiarazione Sostitutiva Unica calcolata con il reddito complessivo Irpef relativo all’anno 2010 e la relativa attestazione ISE/ISEE.

Per accedere al contributo, fra i vari requisiti il Bando prevede che il valore ISE non sia superiore a 34.310 euro, che il valore ISEE non superi i 17.155 euro, che il patrimonio mobiliare non sia superiore a 35 mila euro, di non essere assegnatario di un alloggio Erp e di essere titolare di un contratto di locazione regolarmente registrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIRUS CINESE | CASO SOSPETTO A PARMA: donna al Maggiore

  • Collecchio: è morto il bimbo di 5 anni precipitato dalla finestra

  • Pauroso schianto tra auto e camion nella notte a Botteghino: un morto

  • Regionali, a Parma vince la Borgonzoni: Lega primo partito al 36,50%

  • Scontro frontale a Botteghino: muore un 33enne di Pilastrello

  • Oliviero Toscani e Fabrica cercano fotografi per Parma2020

Torna su
ParmaToday è in caricamento