"Una storia di secoli a difesa del territorio": il Consorzio di Bonifica incontra Confartigianato

Una giornata nella sede di viale Mentana per riflettere sul ruolo attivo ed attuale del Consorzio nella difesa del territorio e come preziosa risorsa per l’agricoltura

Da sinistra Marco Granelli, Vicepresidente nazionale Confartigianato Imprese; Leonardo Cassinelli, Presidente provinciale Confartigianato Parma; Luigi Spinazzi, Presidente Consorzio della Bonifica Parmense; Fabrizio Useri, Direttore Generale Consorzio della Bonifica Parmense

“Il Consorzio della Bonifica Parmense. Finalità, obiettivi, progetti. Una storia di secoli ma ancora attualissima nella difesa e nella messa in sicurezza del territorio”. È questo il titolo di una giornata, che si è svolta nei giorni scorsi nella sede di Confartigianato, per riflettere sul ruolo attivo ed attuale del Consorzio della Bonifica Parmense nella difesa e nella messa in sicurezza del territorio, oltre che come preziosa risorsa per l’agricoltura.

Il Presidente del Consorzio della Bonifica Parmense Luigi Spinazzi, il Direttore Generale Fabrizio Useri, ed alcuni tecnici, tra cui l’ingegner Daniele Scaffi, il geometra Corrado Dodi e Luigi Arduini, hanno incontrato il Vicepresidente nazionale di Confartigianato Imprese Marco Granelli e il Presidente provinciale di Confartigianato Parma Leonardo Cassinelli, insieme ai dirigenti e i tecnici dell’associazione, nella sala del Consiglio di viale Mentana. L’approfondimento, che si è concentrato anche sulle nuove opere realizzate dal Consorzio e su quelle in programmazione, ha toccato varie tematiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo i saluti dei due presidenti Cassinelli e Spinazzi e la presentazione delle attività del Consorzio ad opera del direttore Useri, che ha spiegato in dettaglio le attività di manutenzione dei canali e i controlli della qualità delle acque, si è passati alla descrizione degli interventi straordinari: l’ingegner Scaffi ha aggiornato sulla programmazione dei lavori imminenti; il geometra Dodi ha invece illustrato il regolamento di Polizia Idraulica. Infine è stato illustrato anche l’Archivio storico documentale dei corsi d’acqua del parmense, realizzato dal Consorzio, che è ora ospitato nei locali dell’Archivio di Stato di Parma. Le attività formative per le scuole invece, hanno coinvolto più di 1.500 ragazzi e ragazze sui temi del ciclo dell’acqua e del ruolo del Consorzio della Bonifica Parmense.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Maestra parmigiana litiga su Twitter con un fumettista: poi si incontrano e lo sposa

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Coronavirus: a Parma un morto e 4 nuovi casi

  • Emergenza Covid-19, 100 carabinieri contagiati: un militare di Noceto è deceduto

  • Coronavirus, 3 giugno: ecco cosa potranno fare da oggi i parmigiani

Torna su
ParmaToday è in caricamento