Il Granaio, convivialità e tradizione a braccetto

L'osteria che da diciotto anni nutre i parmigiani

‘E’ più facile essere fedeli a un ristorante che a una donna’ diceva Federico Fellini. Un po’ forzata come idea, ma condivisibile, soprattutto quando abiti a Parma e hai un sacco di occasioni per dimostrare che la massima del regista è assai fondata. Perché in città e in provincia, mangiare è ancora una delle situazioni che piace ai più, senza distinzione. Se vai a ‘Il granaio’ poi, ti accorgi quanto possa essere vero quello che diceva Fellini. Un ambiente rustico e famigliare, in cui ti senti a casa e dove, sistematicamente, esci soddisfatto per le numerose delizie che ti permettono di degustare. Da 18 anni a Lemignano di Collecchio, lungo quel budello di Via La Spezia, ‘Il granaio’ è una delle trattorie che detta legge soprattutto a livello di cucina mediterranea. Piatti tradizionali, cucinati con sapienza e semplicità, tutti ingredienti che fanno della cucina del maestro, una delle più buone su piazza. Il soprannome affibiato al gestore del ristorante fa capire quanto valga il tutto. Oltre al servizio rapido, la cortesia e l’ospitalità sono squisite almeno quanto i piatti. E originale è anche la mise en place, che rende l’idea del rustico e abbina quest’ultima alla qualità del prodotto. Antipasti abbondanti e variegati, quasi a buffet, serviti su carrelli rigonfi di cibo. Celebri sono le polpette del maestro. Carne di manzo, sugo al pomodoro e basilico, il tutto condito con olio extravergine di oliva. Accanto una focaccia morbida che ha il sapore del forno a legna, leggera, che accompagna il tutto. Affettati, e zucchine fritte prima del piatto principe: i maccheroncini del maestro. Semplice ed estremamente buono, servito in un recipiente in ceramica che ricorda i tempi che furono e che rende ancora più gustosa la pietanza che ha servito generazioni di parmigiani e non. La frittura mista del maestro, con scampi che arrivano tutte le mattine da La Spezia, totani, calamari e alici, condita con limoni di Puglia, è leggera e gustosa, soprattutto in periodo come questo. Scampo sgusciato, gratinato e impiattato su un letto di totani e calamari fritti e dorati, che conservano la croncattezza e il sapore del mare. Accanto, un insalata mista con chicchi di melograno che danno gusto e sapore. E per finire, frutta di stagione e crostate tradizionali, preparate all’istante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dichiarazione dei redditi: dal 1° gennaio 2020 le spese da detrarre non possono essere pagate in contanti

  • Calendario di Miss Nonna 2020: per il mese di agosto c'è una nonna parmigiana

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • Tragedia in stazione: uomo travolto ed ucciso da un treno

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

Torna su
ParmaToday è in caricamento