rotate-mobile
Economia

In arrivo a Parma Smart Protein, un progetto dedicato al cibo del futuro

Dal 14 al 16 settembre, Barilla ospiterà a Parma una serie di incontri dedicati a “Smart Protein”, un progetto finanziato dalla Commissione Europea, nell’ambito del programma Horizon 2020, che mira a sviluppare ingredienti e prodotti proteici alternativi

Si svolge a Parma una tre giorni di summit internazionale sul cibo del futuro e sulle “proteine intelligenti”. Parteciperanno oltre 50 esperti provenienti dal mondo delle imprese, dalla ricerca e dal mondo accademico dei 21 Paesi che collaborano al progetto, guidato dalla School of Food and Nutritional Sciences dell'University College Cork in Irlanda. Al centro dell’incontro i progressi del progetto europeo “Smart Protein”: si tratta di una collaborazione
quadriennale tra 33 partner in 21 Paesi che si sono dati l’obiettivo di produrre una gamma completamente nuova di alimenti ricchi di proteine sostenibili, nutrienti ed accessibili. L'innovazione è al centro di Smart Protein perché per sviluppare nuove proteine si concentra sul recupero dei sottoprodotti della produzione
di pasta, pane e birra, ingredienti che attualmente non sono ampiamente utilizzati nella produzione alimentare ma che saranno reintegrati nel flusso alimentare con un processo di upcycling. In questo modo Smart Protein combatte lo spreco energetico e alimentare con l’utilizzo più intelligente, e “smart”, delle
nostre risorse agricole, che saranno usate per nutrire direttamente gli esseri umani invece di essere destinate alla mangimistica.

Nuovi prodotti proteici smart saranno sviluppati a partire da leguminose e funghi, con particolare attenzione al miglioramento della struttura, del gusto e del sapore e al miglioramento delle rese potenziali delle materie prime. Gli incontri saranno ospitati presso la sede del Gruppo Barilla, che da diversi anni è impegnato, attraverso l’innovazione, a promuovere la “riscoperta” dei legumi, pietra angolare della Dieta Mediterranea, fonte di proteine vegetali e cibo a basso impatto ambientale. Questo cibo antico, amato anche da Cicerone e Orazio, è oggi ancora più versatile e conquista, “facendosi” pasta o biscotto, nuove occasioni di consumo, anche la colazione.

Il mercato delle proteine vegetali è in crescita, nel mondo e in Italia. Come riportano i dati dell’ultimo Rapporto Coop, da luglio 2021 a luglio 2022 la vendita di questi prodotti è aumentata del + 7,2%. E secondo una ricerca Coop-Nomisma, il 16% degli italiani, nei prossimi 6-12 mesi, aumenterà gli acquisti di alimenti
con proteine vegetali, rispetto all'ultimo anno. Smart Protein è un progetto di respiro europeo realizzato nel quadro di Horizon 2020, con un budget totale
di 9,6 milioni di euro, di cui 8,2 milioni di euro forniti dalla Commissione Europea. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In arrivo a Parma Smart Protein, un progetto dedicato al cibo del futuro

ParmaToday è in caricamento