Economia

Morte del lavoratore 37enne, Cgil: "Imperativo un cambio di passo"

Tutte le strutture della Cgil di Parma e provincia si stringono intorno alla famiglia

"Apprendiamo con grande dolore dell’incidente mortale che ha colpito un lavoratore di 37 anni presso un’azienda produttrice di mangimi con sede nella nostra provincia.

A pochi giorni di distanza dalla Festa dei Lavoratori, ancora una volta dobbiamo contare i decessi nei luoghi di lavoro. Vite sottratte ai propri affetti ed ai propri cari perché la sicurezza negli ambienti di lavoro ancora oggi viene vista come un costo e non come valore aggiunto ed un investimento nel rispetto della salute e sicurezza dei dipendenti.

Diventa sempre più imperativo un cambio di passo, la consapevolezza di tutte le parti coinvolte di mettere in atto tutte le misure necessarie a tutelare la sicurezza dei lavoratori, dai controlli degli organi preposti agli organismi di vigilanza, l’importanza del ruolo del medico competente e l’assunzione della responsabilità all’osservanza delle norme da parte dei datori di lavoro, dall’informazione e formazione dei lavoratori, al confronto costante con le parti sociali, alla valorizzazioni di figure chiave per la sicurezza come gli RLS.

“Vorremo che questi argomenti - è il commento di Antonio Gasparelli, segretario generale della FLAI CGIL Parma - venissero trattati con le dovute attenzioni e sensibilità del caso, ponendo l’importanza che essi meritano anche nelle agende del Governo. Siamo di fronte ad una strage silenziosa che toglie dignità al mondo del lavoro. È tempo di agire ed occorre farlo subito.”

Tutte le strutture della CGIL di Parma e provincia si stringono attorno alla famiglia del lavoratore, ai suoi cari e a tutti i colleghi di lavoro.


FLAI CGIL PARMA
FLAI CGIL EMILIA ROMAGNA
CAMERA DEL LAVORO di PARMA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte del lavoratore 37enne, Cgil: "Imperativo un cambio di passo"

ParmaToday è in caricamento