rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Eventi

Grande Successo a Sacca di Colorno per la seconda edizione di "Padus Mirabilis": quasi 5mila presenze

Soddisfazione degli organizzatori per la partecipazione di pubblico e le attività proposte nonostante il maltempo di sabato

Con un grande successo di pubblico e soddisfazione generale si è conclusa la seconda edizione di Padus mirabilis, l’attesa manifestazione dedicata al fiume Po, organizzata da BieBi Eventi, in collaborazione con l’architetto Vitaliano Biondi (Arvales Fratres) con i patrocini del Comune di Colorno, Comune di Parma, Provincia di Parma, Mab Unesco Po Grande e il sostegno dell’Autorità di Bacino del Po, a Sacca di Colorno, il 17,18 settembre. La kermesse sulle sponde del Po ha offerto un’immersione nella natura, nella cultura e nelle eccellenze enogastronomiche del territorio con un ricco calendario di incontri culturali (Chiara Allegri, Paolo Affanni, Mauro Carboni, Cesare Conti, Guido Conti, Letizia Frigerio, Luca Ponzi, Arturo Sereni, Lena Tritto, ecc), laboratori, attività esperienziali, iniziative per i più piccoli, mostra-mercato e gite in barca con due imbarcazioni, l’Anguilla e la Sorriso, per vivere lo straordinario paesaggio naturale del Po. La due giorni quest’anno con la sezione “Un Po ad Oriente”, ha rivolto inoltre uno sguardo speciale a quelle terre tanto lontane. Complice anche il bel tempo della domenica, la risposta del pubblico, è stata estremamente positiva; infatti il numero di presenze ha quasi raggiunto i 5mila visitatori paganti nelle due giornate.

A questo dato si aggiungono la presenza di moltissimi bambini entrati gratuitamente e impegnati in numerose attività appositamente studiate per loro come il carosello a pedali, l’ecogiostra realizzata con materiali di recupero e di riciclo che ha conquistato i più piccoli e Pompieropoli il percorso ludico, informativo ed esperienziale per i partecipanti più piccoli, per favorire una nuova visione degli eventuali ostacoli che ci circondano. Grande l’adesione di pubblico allo show cooking della spagnola Chef Charo Val che ha proposto una favolosa Paella del Po, ma anche interesse per le degustazioni a cura della Confraternita del Tortél Dóls di Colorno e di Gianluca Borlenghi, che ha accompagnato i visitatori in un’analisi tattile, olfattiva, gustativa e visiva dei pani del Po e presentato il borlengo, tipico alimento povero di origine emiliana, mentre con Matteo Pessina è stato possibile conoscere i vini del territorio. Tra le tante attività, molto frequentata è stata l’area benessere con operatori olistici e di particolare interesse è risultata la cerimonia del tè a cura di Shihanke Sandro Savoldelli Loda.

Apprezzamento anche per la premiazione del concorso Balconi Fioriti e del mini- contest Bijou. Una segnalazione merita infine l’incontro di domenica “Padus Turisticus”, che ha proposto una riflessione articolata, anche alla luce della recente siccità, sul valore e sulle potenzialità del Po su diversi fronti e nel rilancio del turismo con gli interventi delle autorità e di una serie di operatori del settore come il sindaco di Colorno Christian Stocchi, il sindaco di Sorbolo Mezzani Nicola Cesari, l’assessore alla Cultura e Turismo del comune di Casalmaggiore Marco Micolo, Vitaliano Daolio, già gestore dell'acquario didattico del comune di Motta Baluffi e ideatore del Po Fishing Center, il pesca-turismo che organizza battute di pesca al pesce Siluro sul fiume Po, il capitano della motonave Stradivari, Giuliano Landini, noto campione della motonautica italiana. Da segnalare anche la partecipazione all’incontro, moderato il curatore Vitaliano Biondi, di Maichol Brambilla, giovane campione di canottaggio, argento ai Campionati del Mondo Under19 e Under23. "Anche quest'anno, Padus mirabilis - sottolinea il sindaco Christian Stocchi - ha richiamato un ampio pubblico offrendo gastronomia, musica, libri, benessere, sempre nel segno del Grande Fiume.

Un fine settimana dai mille colori e dalle mille suggestioni, insomma, nel segno della socialità. Un grazie per l'impegno generoso agli organizzatori e un grazie alle istituzioni che hanno supportato la manifestazione". “Una festa riuscita e un obbiettivo raggiunto - dichiara Danilo Biacchi di BieBi Eventi -. Tanta è stata la soddisfazione nel vedere bambini e famiglie vivere il Po, divertirsi, ammirare tutto quanto è stato messo a loro disposizione. I quasi 5000 ingressi confermano che la strada è quella giusta; creare spazi di aggregazione laddove questi spazi esistono in modo naturale. La valorizzazione e riqualificazione delle zone rivierasche ci riporta a vivere il fiume come tanti anni fa quando i bambini gioivano al solo pensiero di poter correre su prati e spiagge del Po. Un ringraziamento ai soci della Motonautica parmense per l’ospitalità e disponibilità nel supporto alla nostra organizzazione”. “Di fronte allo stupore che il paesaggio del Po suscita nei partecipanti a questa edizione di Padus mirabilis - sottolinea l’architetto Vitaliano Biondi - ci si rende conto che esiste ancora una parte del nostro paese sconosciuta. La potremmo scoprire percorrendo, sotto la fascinazione di un paesaggio di alberi ed acqua, la strada dell’argine maestro che si snoda dal Piemonte all’Adriatico. D’altronde quale meglio dell’acqua può essere fonte di reveries e d’incantesimo. Lo aveva ben compreso Salgari, cantore dei corsari che visse sulle rive del Po e che dalle lunghe passeggiate sulle sponde del fiume trasse ispirazione”. “ Povera Mompracem….esclamò Yanez con profondo rammarico” io che la amavo come fosse già la mia patria, la mia terra natia”(Emilio Salgari, Le tigri di Mompracem)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande Successo a Sacca di Colorno per la seconda edizione di "Padus Mirabilis": quasi 5mila presenze

ParmaToday è in caricamento