menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaggiari (Pcl): "Solidarietà agli addetti al trasporto pazienti licenziati"

Liliana Spaggiari e i compagni del Partito Comunista dei Lavoratori intendono esprimere la massima solidarietà ai 12 lavoratori dell’Associazione Temporanea d’Impresa che rischiano di perdere il proprio posto di lavoro

Liliana Spaggiari e i compagni del Partito Comunista dei Lavoratori intendono esprimere la massima solidarietà ai 12 lavoratori dell’Associazione Temporanea d’Impresa che rischiano di perdere il proprio posto di lavoro e la loro dignità.

Il Partito Comunista dei Lavoratori, sostiene in pieno l' U.S.I- A.T.I settore sanità  in merito alla vicenda che vede coinvolti 12 lavoratori (e di conseguenza, 12 famiglie).

Quanto sta accadendo, rappresenta l’ennesimo attacco al mondo del lavoro e ci mostra chiaramente come i lavoratori ossia esseri umani siano ormai quantificabili solo in base all’incidenze del loro costo nei bilanci aziendali.  Ciò rappresenta la  mercificazione della persona, pratica che diventa ancora più odiosa, se operata all’interno del settore dei servizi alla persona.

 Abbiamo da sempre dichiarato che tali servizi debbano rimanere sotto il controllo pubblico, criticando apertamente un sistema che prevede di “aprire” al privato sociale, privato che per la maggioranza dei casi è rappresentato dalle grandi cooperative sociali, le quali possono permettersi l’aggiudicazione degli appalti, attraverso gare  vinte al massimo ribasso, paghe nettamente inferiori rispetto ai colleghi del servizio pubblico e lavoratori più ricattabili grazie a CCNL che prevedono meno diritti e tutele, e sempre più pericolosamente vicine ad organizzazioni come l’unione industriali.

Le scelte di una politica scellerata che prevede di applicare la logica del profitto anche ad un settore come quello dei servizi alla persona, che ne è per sua natura estraneo, e una classe dirigente che si concede premi, bonus e una tantum, devono essere necessariamente contrastati con ogni mezzo attraverso una presa di coscienza di tutto il mondo del lavoro per una reale e concreta lotta di classe.


Il 1° maggio il Partito Comunista dei Lavoratori parteciperà alla manifestazione indetta dall’Usi affinché la lotta assuma un significato molto più deciso e compatto attraverso l’unione con tutti i movimenti e le forze antagoniste all’attuale sistema padronale che ci vuole rendere schiavi e privi di dignità, per essere controllabili e ricattabili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Cronaca

    Bonaccini: "Se i contagi aumentano, pronti a chiudere le scuole"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento