Salsomaggiore, il Consiglio di Stato boccia il ricorso di Mario Spezia

Il candidato sindaco alle elezioni comunali non parteciperà alla campagna elettorale. "L’attività di partecipazione e controllo sull’amministrazione locale può essere fatta anche da fuori il Consiglio

La lista di Mario Spezia non parteciperà alle elezioni amministrative di Salsomaggiore. Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso presentato dal candidato sindaco, ex vicepresidente della Provincia di Piacenza. I concorrenti alla poltrona di sindaco saranno quindi sette. 

"Abbiamo ricevuto la notizia -si legge in una nota- che il Consiglio di Stato ha respinto il nostro ricorso avverso l’esclusione della nostra lista alle elezioni del Consiglio Comunale di Salsomaggiore Terme. A puro titolo di cronaca e a futura memoria, alleghiamo il testo della sentenza di del Consiglio di Stato e le due sentenze citate nel dispositivo a supporto dell’interpretazione data. Come si può notare non vi è nessun caso simile al nostro, in quanto le sentenze precedenti (del 31.3.2012 e del 16.4.2012) si rifanno a ricorsi respinti in quanto riferite a liste autenticate da un Consigliere Comunale di altro Comune rispetto a quelle in cui avvenivano le votazioni.

Nessuna delle sentenze riguarda il caso di liste comunali autenticate da assessore della Provincia di appartenenza; del resto come abbiamo fatto presente a tutti, da tutte le altre parti (fuorchè a Parma) e dalle stesse Istruzioni emanate dal Ministero dell'Interno per queste elezioni comunali, viene sancito con chiarezza chi sono coloro che possono autenticare le liste (e si parla sempre, ra l’altro, degli Assessori provinciali). L’insieme delle tesi sostenute per respingere i nostri ricorsi non sono quindi altro che la dimostrazione di come la burocrazia statale, in tempi di confusione come questi, prevalichi la politica, di come la volontà del legislatore, espressione del voto popolare, sia interpretata a piacimento, e a secondo dei casi, dai funzionari.

Nelle stesse sentenze a noi contrarie viene infatti, a chiare lettere, richiamato il concetto che al politico è conferito "...l'eccezionale potere di autenticazione delle firme dei presentatori delle liste elettorali.....", come se il Presidente della Provincia o l'Assessore provinciale non siano, a tutti gli effetti, dei pubblici ufficiali (provino al riguardo a commettere un illecito e vedranno come verranno considerati e giudicati). Al Ministero degli Interni ora non rimane altro da fare che cambiare le Istruzioni per la presentazione delle liste e adeguare la normativa all'interpretazione data dalla burocrazia.

Siamo quindi ancora convinti che il legislatore avesse espresso un orientamento diverso da quello oggi recepito dal Consiglio di Stato, ma sappiamo riconoscere le battute d’arresto. Ci troviamo così esclusi dalla competizione elettorale, e il nostro pensiero va ai candidati che si erano impegnati e a tutti i sostenitori che ci avevano spronato per scendere in campo. Non ci aspettavamo solidarietà dagli altri candidati e dalle altre liste, ma come abbiamo già avuto modo di sottolineare, i politici salsesi nella loro maggioranza si sono dimostrati docili e subalterni ai comandi della burocrazia.
Facciamo così fatica a capire come riusciranno i futuri amministratori eletti a gestire la macchina amministrativa e a non esserne invece gestiti.
Ma tant’è. 

Essendoci preclusa la presenza nel futuro Consiglio, vogliamo tranquillizzare gli amici ed i sostenitori, preannunciando che l’attività di partecipazione e controllo sull’amministrazione locale può essere fatta anche da fuori il Consiglio. Questo comporterà maggiori difficoltà, ma ci offrirà l’opportunità di costruire dal basso una rete di relazioni che sono alla base di ogni comunità che funzioni. Con questa sconfitta finiamo una campagna elettorale mai avviata, ma preannunciamo, a chiunque avrà la responsabilità di essere sindaco dei salsesi, il nostro impegno civile per lavorare e lottare, anche da fuori il Consiglio, per realizzare la nostra visione di Salso futura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento