Giovedì, 28 Ottobre 2021
Salute

Tumore al polmone: ogni anno 300 nuovi casi

Mercoledì esperti a convegno sulle principali strategie di cura. Tiseo: sopravvivenza in aumento grazie all'avvento di nuove terapie

Le cause dell’insorgenza della malattia, le indagini per una corretta diagnosi, la descrizione aggiornata delle strategie di trattamento, i nuovi farmaci e le nuove tecnologie di indagini molecolari; questi saranno i temi al centro del convegno in programma nella giornata di mercoledì 28 novembre all’NH Hotel di Viale Borsellino a Parma dal titolo “Le neoplasie toraciche nel 2018: controversie e prospettive future”. Si parlerà delle principali forme di cancro del polmone e nello specifico di neoplasie polmonari non a piccole cellule e a piccole cellule e di  mesoteliomi.

Il trattamento delle neoplasie toraciche ha visto negli ultimi anni degli importanti passi in avanti, in particolare nel caso delle neoplasie polmonari non a piccole cellule, grazie al riscontro di specifiche alterazioni molecolari per le quali sono disponibili farmaci mirati. Questi progressi hanno portato ad una diversa gestione del paziente, sia nella fase diagnostica che nella fase terapeutica.

Importanti novità si sono registrate anche grazie all'avvento dell'immunoterapia in tutte le principale neoplasie toraciche: non solo nel campo dei tumori non a piccole cellule privi di alterazioni molecolari ma anche nei carcinomi polmonari a piccole cellule e nei mesoteliomi, patologie in cui negli ultimi anni non si erano visti grandi avanzamenti.

Nella nostra regione i dati relativi alle nuove diagnosi di tumore al polmone stimati per il 2018 sono di 2150 casi per i maschi e 1350 casi per la popolazione femminile,  questi i numeri ricavati dalla rete dei registri tumori italiana (AIRTUM) insieme all'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM); nella provincia di Parma, dai dati del registro tumori, si registrano all'anno circa 300-350 nuovi casi. Le neoplasie polmonari sono in riduzione di incidenza negli uomini, in aumento nel sesso femminile, in relazione all'abitudine tabagica. “La diagnosi di una neoplasia toracica, pur rimanendo una delle patologie con un quadro di sopravvivenza a 5 anni inferiore rispetto alle altre, grazie all'avvento di queste nuove terapie sta vivendo finalmente un'inversione di tendenza”.

Il convegno vedrà coinvolti professionisti esperti che si confronteranno sul tema per raccontare la loro esperienza sul trattamento della patologia toracica e definire lo stato dell’arte dell’attuale percorso diagnostico e terapeutico.

Presiedono il convegno il Prof. Marcello Tiseo, responsabile del PDTA di Oncologia Toracica dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma e Professore Associato di Oncologia Medica dell'Università degli Studi di Parma e il Prof. Pier Giorgio Petronini, coordinatore dell’Unità di Oncologia Sperimentale dell’Università.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tumore al polmone: ogni anno 300 nuovi casi

ParmaToday è in caricamento