Economia, negli ultimi 3 mesi chiuse 584 imprese: secondo peggior risultato dal 2002

Il rapporto Sistema imprenditoriale parmense sul terzo trimestre 2013, elaborato dalla Camera di Commercio su dati Movimprese, evidenzia il secondo peggior risultato dal 2002: le nuove imprese sono meno delle cessate

Nel terzo trimestre del 2013, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, nel parmense sono nate meno imprese e ne sono state chiuse molte di più: 525 imprese nuove a fronte di 584 cessate. Il flusso iscrizioni/cessazioni ha quindi originato un saldo negativo di 59 unità, mentre il tasso di crescita imprenditoriale è di -0,1 per cento (+0,1 per cento in Emilia-Romagna e +0,2 per cento in Italia). Si tratta dei peggiori valori degli ultimi 11 anni, escludendo il 2009. Sono alcuni dei dati che emergono dal Rapporto Sistema Imprenditoriale parmense relativo al terzo trimestre dell’anno, elaborato dall’ufficio studi della Camera di Commercio di Parma a partire dai dati Movimprese Infocamere-Unioncamere.

A incidere sul risultato negativo della provincia di Parma è prevalentemente la dinamica delle ditte individuali: le 489 cessazioni a fronte di 324 nuove iscrizioni danno luogo ad un saldo negativo di -161 unità. Le società di persone sono apparse stabili, con un saldo negativo di sole 2 unità; crescono invece di 80 unità le società di capitali (125 iscrizioni a fronte di 45 cessazioni) e anche le 33  nuove imprese  costituite  in “altre  forme” superano di gran lunga le 9 ditte della stessa categoria cessate nel periodo.

Considerando i settori economici più rilevanti dell’economia parmense, la contrazione maggiore è accusata dall'agricoltura che perde nel trimestre 119 aziende. Saldi negativi, per fortuna meno intensi, si riscontrano nelle costruzioni (-26 unità), ma anche nelle attività manifatturiere (-7). Del resto, i saldi positivi in termini assoluti ottenuti da commercio e servizi di alloggio e ristorazione, che aumentano rispettivamente di 39 e 18 unità, sono solo apparenti: analizzando i flussi iscrizioni-cessazioni anche in queste categorie si ottengono valori negativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dichiarazione dei redditi: dal 1° gennaio 2020 le spese da detrarre non possono essere pagate in contanti

  • Calendario di Miss Nonna 2020: per il mese di agosto c'è una nonna parmigiana

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Tragedia in stazione: uomo travolto ed ucciso da un treno

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

  • Pizzarotti a Salvini: "Ecco il delirio di un uomo, tu non mandi a casa proprio nessuno"

Torna su
ParmaToday è in caricamento