"Canzoni con le ali" - Flaco Biondini e Danilo Sacco al Ratafià Teatrobar, 29 gennaio ore 21.30‏

Grande attesa giovedì 29 gennaio (ore 21.30) al Ratafià Teatrobar di via Oradour per il concerto “Canzoni con le ali” con Flaco Biondini e Danilo Sacco. Due amici musicisti, due voci e due chitarre che hanno condiviso un percorso musicale (suonando, tra gli altri, con Francesco Guccini) che in parte presenteranno al pubblico nel corso della serata.

Danilo Sacco, dopo aver militato in alcune band musicali, nel 1993, entra a far parte dello storico gruppo dei Nomadi, al posto del fondatore e carismatico cantante scomparso Augusto Daolio, alternandosi alla voce con l’altro nuovo ingresso Francesco Gualerzi. Un susseguirsi di successi, enormi soddisfazioni, numerosi dischi di platino (c’è la sua firma in numerose canzoni tra le quali “Se non ho te” “Salve sono la giustizia”, “Sangue al cuore”, “Il nome che non hai” “E di notte”, In piedi” e “Stringi i pugni”, fino ad arrivare alle più recenti “Senza nome”, “Non so io ma tu”, “Il ballo della sedia” e “Il nulla”).

Nel 2004 pronuncia i voti come monaco laico ed assume il nome di Kakuen, traducibile con le espressioni: “zingaro perfetto” oppure “nomade nella polvere del vento”. Danilo è autore della prefazione del libro di Stefano Dallari “Sorridere con l’anima”, del romanzo “Dimmi l’assoluto” da cui traspare la sua passione per il grande Isaac Asimov, inserito nel libro a cura di Francesco Antonioli, “C’è posta per Dio”; è la volta di un libro, a quattro mani col comico Enzo Braschi, dal titolo “Lo zen e l’arte di non rompere le scatole”.

Nel 2006 partecipa con i Nomadi a Sanremo con il brano “Dove si va” e nel 2010, accompagnano Irene Fornaciari con il brano “Il mondo piange”. Nel frattempo nascono in tutta Italia vari fan club a lui dedicati, pubblica un mini-cd a nome Mikele Soave e Danilo Kakuen. Nel 2011 pubblica “L’orizzonte degli eventi”, raccolta di parole, pensieri e musica scritti per i suoi fan club. Nel 2012 esce il disco solista “Un Altro Me”. In contemporanea con la partenza del tour teatrale ed il nuovo singolo-videoclip “Non Ho Che Te”, esce il libro “Come Polvere Nel Vento” (Rizzoli) in cui racconta la sua storia. Il 6 giugno 2014 pubblica il nuovo disco “Minoranza Rumorosa”, a due anni di distanza dal precedente, anticipato dall’omonimo singolo e videoclip.

Flaco Biondini, di origine argentina, nel 1974 si trasferisce a Parma, città dove tuttora risiede. Nel’76 inizia la sua collaborazione con Francesco Guccini, con il quale lavora ininterrottamente. Collaborazione che si snoda negli anni attraverso una lunga serie di album:

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Gigi D'Alessio al Teatro Regio di Parma

    • 1 aprile 2020
    • Teatro Regio

I più visti

  • Parma 2020 in 48 ore: un itinerario nei luoghi imperdibili della Capitale Italiana della Cultura

    • dal 15 gennaio al 30 settembre 2020
    • Location varie
  • 'Vincent Van Gogh Multimedia & Friends': dal 31 gennaio al 31 maggio

    • dal 31 gennaio al 31 maggio 2020
    • Palazzo Dalla Rosa Prati
  • La musica che fa la storia: inizia la stagione al Campus Industry

    • dal 27 settembre 2019 al 16 maggio 2020
    • Campus Industry Music
  • Time Machine - Vedere e sperimentare il tempo

    • dal 13 gennaio al 3 maggio 2020
    • Palazzo del Governatore
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ParmaToday è in caricamento