Ensemble Prometeo, dedica a Luigi Nono

Domenica 5 ottobre 2014

Teatro Farnese, ore 20:30

Ensemble Prometeo

Dedica a Luigi Nono

Luigi Nono (1924-1990)

Risonanze erranti. Liederzyklus a Massimo Cacciari (1986-1987)

per contralto, flauto, tuba, sei percussioni e live electronics

Marco Angius, direttore

Katarzyna Otczyk, contralto

Mario Caroli, flauto

Gianluigi Paganelli, tuba

Flavio Tanzi, percussione

Aurelio Scudetti, percussione

Pietro Pompei, percussione

Alberto Toccaceli, percussione

Sara De Cicco, percussione

Pedro Perini, percussione

Alvise Vidolin, regia del suono

Luca Richelli, live electronics

È una serata eccezionale, di quelle che attirano su di sé l'attenzione ben oltre la dimensione della città, quella che il 5 ottobre alle ore 20:30 si svolgerà a Teatro Farnese all'interno della XXIV edizione della rassegna internazionale di musica moderna e contemporanea Traiettorie. Nel novantesimo anniversario della nascita di uno dei massimo compositori del dopoguerra, Luigi Nono, Ensemble Prometeo eseguirà una delle pietre miliari: Risonanze erranti. Liederzyklus a Massimo Cacciari scritto tra il 1986 e il 1987. Il pezzo sfrutta il live electronics, la cui guida sarà affidata a uno dei massimi registi del suono del mondo che è Alvise Vidolin, tra l'altro collaboratore dello stesso Nono, e sarà gestito operativamente da Luca Richelli, allievo di Vidolin.

L'imponente e complesso Risonanze erranti. Liederzyklus a Massimo Cacciari appartiene all'ultima fase della produzione di Nono, quella incentrata sull'approfondimento della dimensione dell'ascolto come gesto di superamento di codici convenzionali, di schemi a priori, di appiattimenti culturali. A questo scopo Nono cerca di attirare l'attenzione con la violenza di percussioni acustiche singolari e manipolando, grazie all'elettronica, non solo i suoni delle percussioni ma anche voci che intonano testi di Ingeborg Bachmann e Herman Melville, in un gioco di dinamiche, timbri e distorsioni che aprono spazi alle possibilità di ascolto.

Tanto più interessante e significativo è che in questo lavoro in cui lo spazio è fondamentale per la formazione di un ascolto rinnovato e legato alla natura, prima ancora che alla cultura, il luogo dell'esecuzione sia non quello di una sala da concerto asettica e uniformante ma di un edificio storico legato a quel mondo cinque-seicentesco che così tanto interessava Luigi Nono, cioè il Teatro Farnese: non spazio di geometrie, ma spazio da definire con il suono per stimolare nuove esperienze d'ascolto.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma 2020 in 48 ore: un itinerario nei luoghi imperdibili della Capitale Italiana della Cultura

    • dal 15 gennaio al 30 settembre 2020
    • Location varie
  • Settembre Gastronomico: la cultura del cibo invade Parma

    • dal 30 agosto al 27 settembre 2020
    • Location varie
  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • Florilegium di Rebecca Louise Law a Parma2020 per Pharmacopea

    • Gratis
    • dal 29 febbraio al 19 dicembre 2020
    • Antica Farmacia S. Filippo Neri
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    ParmaToday è in caricamento