rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Eventi

Pasqua a Parma: mostre, luoghi d’arte e le eccellenze della tavola

Diversi gli appuntamenti imperdibili dal 30 all'1° aprile

Parma si prepara alle feste pasquali imbandendo la tavola di una città conosciuta nel mondo per la sua gustosa e raffinata cucina tradizionale e aprendo i suoi scrigni d’arte.

A due passi da Duomo e Battistero nella più bella piazza romanica d’Italia domenica 31 marzo e lunedì 1 aprile la Pinacoteca Stuard (in Borgo del Parmigianino 2, dalle 10 alle 17.30) offre – ad ingresso libero - un percorso espositivo che scorre dal XIV secolo fino al Novecento con opere di varie culture artistiche e pittoriche che compongono una testimonianza della storia artistica di Parma ed una ricca selezione di dipinti al femminile di Amedeo Bocchi famosi per l’eleganza dei gesti e degli sguardi delle sue donne.  

Accanto alla Pinacoteca vi attende uno dei più importanti lasciti del Rinascimento maturo, il ricercato impianto di finzioni illusionistiche realizzato dal Correggio nel 1519 nell’ex complesso Monumentale del San Paolo per la stanza privata della Badessa Giovanna. Un autentico incanto che cattura in un viaggio nel tempo dove i personaggi dipinti in un giardino di bellezze sembrano prendere vita.  Questa stanza delle meraviglie conosciuta come la Camera di San Paolo sarà  aperta dalle 9.30 alle 18.30 (ultimo ingresso alle 18.00) – biglietti su www.ticketlandia.com/m/camera-di-san-paolo.

Un’ attrattiva davvero singolare, per grandi e bambini, e distante davvero solo a pochi passi è il Castello dei Burattini-Museo Giordano Ferrari ricco di marionette di ogni genere, manifesti e scenari teatrali aperta ad ingresso libero negli stessi orari.

Per stupirsi ancora con le illusioni correggesche e (come ha ben detto Roberto Longhi) la palpabile pienezza vitale delle sue pennellate è imperdibile la visita alla Cattedrale della più bella piazza romanica d’Italia, che ha appunto come protagonista assoluta la grandiosa opera prospettica della cupola affrescata da Antonio Allegri dove luce, composizione e movimento si fondono in un capolavoro assoluto. (ad ingresso gratuito e continuato dalle 8.00 alle 19).

Occasione davvero non ripetibile sarà la visita (negli ultimi due giorni di apertura) a IMPRONTE: Noi e le piante a Palazzo del Governatore (ingresso gratuito senza prenotazione). In mostra oltre 200 immagini per raccontare l’evoluzione del rapporto tra botanica e visual culture: dagli erbari quattrocenteschi alle tecnologie più evolute che aiutano agricoltura e ambiente.

Parma non può tralasciare tappe nella storia della musica.

Lunedì 1 aprile i Musei della Musica afferenti a Palazzo Cusani – P.le San Francesco (Museo dell’Opera, Casa del Suono) saranno aperti dalle 10 alle 18 ad ingresso libero.

Il Museo dell’Opera, offre un affascinante percorso di quattro secoli attraverso la più longeva e verace tradizione che lega Parma al mondo della musica e di quella lirica in particolare.

La Casa del Suono (ex Chiesa Santa Elisabetta – P.le Salvo d’Acquisto, di fronte alla Casa della Musica) tra magnetofoni, grammofoni e iPod offre una proposta all’avanguardia: il visitatore potrà sperimentare l’ascolto immersivo attraverso le esclusive apparecchiature tecnologiche, il Lampadario Sonoro e la Sala Bianca, oltre ad apprezzare gli strumenti esposti.

La Casa della Musica  inoltre, propone l’apertura straordinaria alla mostra Viaggio nella musica di Miecio Horszowski (aperta lunedì ad ingresso libero dalle 10 alle 18), attraverso i documenti donati alla Casa della Musica dalla sua famiglia, che ricostruisce la carriera del  talentuoso pianista, protagonista su tutti i principali palcoscenici del mondo per tutto il secolo scorso, ma anche testimone di grandi eventi storici al fianco di celebrità del suo tempo.

Il Museo Casa natale Arturo Toscanini in Oltretorrente (in Borgo Tanzi, n. 13, lunedì 1 Aprile, ad ingresso libero dalle 10 alle 18) è il terzo Museo afferente alla Casa della Musica. Nell’edificio dove nacque il celebre direttore d’orchestra, un percorso rinnovato tra cimeli, lettere e ritratti ne celebra la memoria e il talento, ma anche l’esempio di uomo costantemente impegnato a vivere in piena umiltà, un’esistenza straordinaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasqua a Parma: mostre, luoghi d’arte e le eccellenze della tavola

ParmaToday è in caricamento