Marlene Kuntz: incanto e poesia noise nel concerto a Campus Industry

Cristiano Godano ha entusiasmato il pubblico del locale parmigiano con il tour per i ventanni di 'Ho ucciso paranoia', i pezzi acustici e qualche sorpresa

La tournè per i ventanni del disco 'Ho ucciso paranoia', il terzo album dei Marlen Kuntz, band amatissima dai fan, è arrivata a Parma. Il luogo non poteva essere migliore: il Campus Industry, uno spazio che ha fatto della programmazione rock una delle sue cifre più caratteristiche. La band di Cristiano Godano, leader osannato dalla folla già dai tempi del primo album, ha confermato le attese. Dopo la prima parte di concerto acustico, durante la quale ha eseguito alcune delle canzoni dei Marlene più note al grande pubblico la seconda parte dello spettacolo è stata dedicata a "Ho ucciso paranoia", il disco che uscì ventanni fa, nel 1999 e fece gridare al miracolo. Scosse potentissime rock e noise, testi visionari e sognanti.

Il concerto al Campus Industry è stato partecipato da tantissimi fan, sia i nuovi che quelli 'storici' che hanno cantato tutte le canzoni del vecchio album ma hanno apprezzato anche le più recenti. Un concerto che ha soddisfatto tutti: più di due ore e mezza di sano rock e noise. Lo stage si è concluso con canzoni come 'Sonica', tra le più amate dai tantissimi fan dei Marlene. Un Cristiano Godano in splendida forma ha intrattenuto la folla per quasi tre ore, tra pezzi acustici e potensissimo noise. Un pezzo di storia del rock italiano direttamente sul palco del Campus Industry. 

marlene4-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basket in lutto: muore la 18enne Alessia Zambrelli

  • Violenta una bimba di 8 anni nel suo negozio: arrestato commerciante 37enne

  • Terrore in A1, auto si schianta e si incendia vicino al treno deragliato: muore una 21enne parmense

  • Schianto mortale in A1: arrestato il pirata della strada che ha travolto l'auto dei quattro giovani

  • "Addio Alessia, che tu ora possa trovare la serenità"

  • In missione umanitaria con una balestra e l'auto blindata con l'antiproiettile: "L'Albania è un paese pericoloso"

Torna su
ParmaToday è in caricamento