Na fola pramzana

Nell’ambito dei festeggiamenti per i 2200 anni di fondazione della città, il comune di Parma ha organizzato e patrocinato uno spettacolo al teatro Regio...il 26 Gennaio 2018 alle ore 20,30 la compagnia dialettale “i Guitti di Roberto Veneri” presenterà “Na fola pramzana”, commedia brillante in 3 atti scritta da R. Tinelli, A. Venturini e V. Corradi per la regia di Roberto Tinelli.

Ambientata alla fine del 1500, verrà recitata in costumi appositamente confezionati per l’occasione, basati su quadri e figurini dell’epoca.

Parecchi personaggi sono realmente esistiti, (ad esempio i duchi Alessandro e Ranuccio Farnese, Pomponio Torelli) dietro al testo c’è una approfondita ricerca dei loro caratteri e degli eventi del tempo.

Resta sempre una favola con la quale sorridere sulle nostre aspettative, sulla società dell’apparire, dell’arrivismo e di quanto invece nella vita conti essere “veri”. Sul palco come supporto ci saranno i Pistapocci, compagnia dialettale composta da bimbi e la partecipazione straordinaria della Corale Verdi. Un evento che “strasborda” di parmigianità...

Biglietti in prevendita: sono disponibili a partire da mercoledì 3 gennaio p.v. presso la Biglietteria del Teatro Regio di Parma e tramite il sito www.biglietteriateatroregioparma.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Ghost il musical: nuova data il 21 marzo 2021 al Teatro Regio

    • 21 maggio 2021
    • Teatro Regio

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • Ghost il musical: nuova data il 21 marzo 2021 al Teatro Regio

    • 21 maggio 2021
    • Teatro Regio
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento