menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giardini Condivisi, Manifattura Urbana e i Nostri Borghi ridanno vita al parco San Paolo

Martedì 26 maggio l’associazione culturale I nostri Borghi ha invitato i ragazzi di Manifattura Urbana ad incontrare gli abitanti del quartiere Parma Centro per una pubblica assemblea sulla possibilità di progettare insieme un giardino condiviso

Martedì 26 maggio l’associazione culturale I nostri Borghi ha invitato i ragazzi di Manifattura Urbana ad incontrare gli abitanti del quartiere Parma Centro per una pubblica assemblea sulla possibilità di progettare insieme un giardino condiviso all’interno del Parco di San Paolo. L’appuntamento è per tutti i cittadini alle ore 20.45 presso la sede dell’associazione I nostri Borghi in via XX Settembre 53. L’ingresso è libero.

Dopo il successo del progetto-pilota avviato al Parco Golese il mese scorso e che vede giornalmente  la sua piena realizzazione grazie ad un folto nucleo di residenti del quartiere Pablo impegnati nella cura dell’area con grande partecipazione ed entusiasmo e con sempre nuove iniziative che consentono oggi di vivere il parco in sicurezza per adulti e bambini (non ultima: un corso di Yoga che due insegnanti si sono offerti di tenere ogni martedì alle 18.30) Manifattura Urbana intende proseguire nella propria mission di miglioramento urbano partendo dal principio dell’unità di abitanti e residenti in grado di dare vita a quel collettivo che, guidato dai membri dell’associazione nelle fasi di progettazione partecipata, può riuscire nel recupero delle aree, sia verdi che non, sia semplicemente abbandonate che in condizioni di forte degrado.

Da questa intenzione nasce la volontà di contattare l’associazione culturale I nostri Borghi, da anni socialmente impegnata sul fronte della sensibilizzazione in merito le problematiche di quartiere del centro storico nord est di Parma compreso tra via Saffi e il Lungoparma, come ribadisce il Presidente Fabrizio Pallini: “I nostri Borghi sono da sempre vicini alla città perché riteniamo che il recupero delle aree dimenticate sia un fattore imprescindibile per noi parmigiani. In particolare, proprio il Giardino di San Paolo non merita di restare nel dimenticatoio in quanto sono davvero poche le aree di simile interesse storico, estetico e culturale. Il Parco di San Paolo è un vero vanto della nostra città”.

“La tematica della rigenerazione urbana è tanto delicata, quanto complessa da gestire, poiché va a trattare diverse micro-aree come il significato della socialità tra i singoli individui, la collaborazione con enti ed istituzioni e soprattutto la temporaneità su cui le associazioni come la nostra devono operare”. Così il Presidente di Manifattura Urbana Francesco Fulvi, che aggiunge: “Così come noi restiamo aperti a quelle forme di collaborazione che consentono di agevolarci nella nostra attività, riteniamo sia doveroso confrontarci con chi si è già attivato per San Paolo, consapevoli della fragilità di un luogo tutelato dalla Soprintendenza e sul quale è in corso più di un progetto. Per tale ragione se nascerà un progetto condiviso e partecipato fattibile, lo presenteremo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento