Pizzarotti contro il congresso di Verona: "E' contro la libertà di donne e uomini"

"Inizia oggi la marcia degli Orban e dei Salvini, che vogliono un’Europa divisa da fili spinati e da muri: da qui i nazionalpopulisti non passano"

Diritti, famiglia e discriminazioni. Il sindaco Federico Pizzarotti, uno dei primi in Italia che ha riconosciuto i figli di coppie omogenitoriali, non ci sta e protesta contro il congresso di Verona. Il primo cittadino ha preso posizione con un post su Facebook. 

"Inizia oggi a Verona il congresso contro i diritti e le libertà delle donne e degli uomini. Al tempo stesso, inizia oggi la marcia degli Orban e dei Salvini, che vogliono un’Europa divisa da fili spinati e da muri. Parma è città dei diritti civili, qui per la prima volta nella storia della città abbiamo riconosciuto figli di coppie omogenitoriali. Qui diamo la cittadinanza civica ai bambini di famiglie straniere che vivono e pagano le tasse in Italia. Qui abbiamo creato per la prima volta il registro delle unioni civili, ora diventato legge nazionale. Da qui i nazionalpopulisti non passano". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • "La Pianura Padana è una camera a gas"

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • Tragico incidente a Castione Marchesi: muore un bimbo di tre anni

  • Fontanellato: 40enne morsa al polpaccio da una nutria

  • Maxi blitz di polizia, carabinieri e finanza: città al setaccio

Torna su
ParmaToday è in caricamento