Pizzarotti contro il congresso di Verona: "E' contro la libertà di donne e uomini"

"Inizia oggi la marcia degli Orban e dei Salvini, che vogliono un’Europa divisa da fili spinati e da muri: da qui i nazionalpopulisti non passano"

Diritti, famiglia e discriminazioni. Il sindaco Federico Pizzarotti, uno dei primi in Italia che ha riconosciuto i figli di coppie omogenitoriali, non ci sta e protesta contro il congresso di Verona. Il primo cittadino ha preso posizione con un post su Facebook. 

"Inizia oggi a Verona il congresso contro i diritti e le libertà delle donne e degli uomini. Al tempo stesso, inizia oggi la marcia degli Orban e dei Salvini, che vogliono un’Europa divisa da fili spinati e da muri. Parma è città dei diritti civili, qui per la prima volta nella storia della città abbiamo riconosciuto figli di coppie omogenitoriali. Qui diamo la cittadinanza civica ai bambini di famiglie straniere che vivono e pagano le tasse in Italia. Qui abbiamo creato per la prima volta il registro delle unioni civili, ora diventato legge nazionale. Da qui i nazionalpopulisti non passano". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • "Columbus, lo stabilimento di Martorano chiuderà nei primi mesi del 2020: a rischio centinaia di posti"

  • Senza patente distrugge tre auto e provoca un incendio, poi scappa: fermato giovane di Parma

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

Torna su
ParmaToday è in caricamento