menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rischi idrogeologici, Corradi accelera per i 150 milioni del parmense

Il consigliere regionale del Carroccio: "Gli interventi previsti in alcuni comuni, finalizzati a risolvere diverse situazioni di fragilità quali frane e dissesti territoriali, sono di urgente realizzazione"

Il Consigliere Regionale della Lega Nord, Roberto Corradi, ha presentato un’interrogazione con la quale chiede alla Giunta, guidata da Vasco Errani, di accelerare i tempi per l’impiego delle risorse stanziate dal Governo per n. 81 interventi di messa in sicurezza del territorio dai rischi idrogeologici più elevati.

Con l’art. 2, c. 240, legge 191/2009, il Governo ha stanziato un miliardo per interventi di messa in sicurezza di diverse aree del Paese, tra cui rientrano n. 81 interventi da realizzare in Emilia Romagna, finanziati per 150,9 milioni di euro, tra cui rientrano diversi interventi da realizzare nel parmense.
I singoli interventi erano stati riportati in un elenco redatto dal Ministero dell’Ambiente, a cui ha fatto seguito la stipula di un intesa tra la Regione Emilia-Romagna ed il Governo. Affinché l’iter per l’impiego delle somme e l’avvio dei lavori proceda speditamente, occorre che la Giunta Regionale adotti con delibera l’approvazione degli 81 interventi, assumendo successivamente gli atti conseguenti.

Per Roberto Corradi: “Gli oltre 150 milioni di euro che il Governo ha destinato agli ottantun interventi (di messa in sicurezza dei territori a più elevata pericolosità idrogeologica), rappresentano un’ importante misura per la difesa del nostro territorio regionale. Gli interventi previsti in alcuni comuni parmensi, finalizzati a risolvere  diverse situazioni di “fragilità”, quali frane ed altri dissesti territoriali, sono di urgente realizzazione, al fine di prevenire il verificarsi di  ulteriori danni. Queste risorse, una volta tradotte in interventi per la messa in sicurezza del territorio, avranno altresì un positivo effetto indiretto, rappresentato da opportunità occupazionali e lavorative, di cui mi auguro potranno beneficiare le piccole imprese del parmense che si occupano di tali interventi.”

Con l’interrogazione il Consigliere leghista ha chiesto alla Giunta se ha già adottato la delibera di approvazione degli ottantun interventi, e quali sono i tempi stimati per l’avvio dei lavori di cui agli ottantun interventi previsti per la messa in sicurezza idrogeologica in Emilia-Romanga, ed in particolare i tempi previsti per gli interventi da realizzare nel territorio parmense.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento