rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Politica

Zone logistiche semplificate, Rainieri e Occhi (Lega): “Con quella interregionale di La Spezia grandi opportunità per Parma"

Le dichiarazioni dopo le positive notizie emerse nel corso del convegno tenutosi a Ponte Taro alcuni giorni fa

“Il sistema delle Zone Logistiche Semplificate apre grandi opportunità di sviluppo per Parma ma dovrà essere bene coordinato e adeguatamente finanziato con l’impegno di tutte le istituzioni in campo”. È quanto hanno dichiarato i Consiglieri regionali del Gruppo Lega Emilia-Romagna, il vicepresidente dell’Assemblea legislativa regionale, Fabio Rainieri e Emiliano Occhi, a seguito delle positive notizie emerse nel corso del convegno tenutosi a Ponte Taro alcuni giorni fa, riguardanti l’istituzione della Zls interregionale del porto di La Spezia e le nuove prospettive per investimenti e sviluppo che si aprono sull’Interporto di Parma ed altre aree della provincia di Parma.

“Per primi, già nella primavera del 2021, abbiamo fatto presente che per dare potenzialità di sviluppo con lo strumento delle ZLS all’Emilia occidentale e in particolare al  territorio di Parma, sarebbe stato fondamentale poter valorizzare la connessione di quell’area con il Porto di La Spezia. Il nodo era infatti che la sola ZLS dell’Emilia-Romagna a carattere esclusivamente regionale e incentrata sul porto di Ravenna, non sarebbe riuscita a valorizzare un territorio che ha maggiore interconnessione con il mar Ligure – hanno proseguito i due esponenti leghisti – Il decreto governativo annunciato dall’Assessore regionale alla mobilità Andrea Corsini che consentirà definitivamente la possibilità di istituire ZLS interregionali, dando il via libera definitivo alla possibilità di estendere quella ligure orientale di La Spezia ai territori emiliani, sarà quindi un grande passo avanti ma per completare il lavoro c’è ancora molto da fare. Ci riferiamo in primo luogo alle risorse economiche che dovranno essere messe a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna, in aggiunta a quelle statali, per concedere agevolazioni e benefici alle aziende insediate o che si insedieranno nelle aree incluse nella ZLS interregionale. Ricordiamo al riguardo che, lo scorso 2 febbraio, durante il dibattito per l’approvazione della proposta da inviare al Governo per l’istituzione della ZLS Emilia-Romagna, l’Assessore regionale Corsini ha preso l’impegno di garantire parità di trattamento alle aree emiliane della ZLS di La Spezia. Inoltre, occorrerà lavorare ad un efficace coordinamento per le aree come quella dell’Interporto parmense di Fontevivo già rientranti nella ZLS Emilia-Romagna ma anche interessate da un collegamento funzionale con il porto di La Spezia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zone logistiche semplificate, Rainieri e Occhi (Lega): “Con quella interregionale di La Spezia grandi opportunità per Parma"

ParmaToday è in caricamento