rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
SERVE UNA REAZIONE

Nell'era Krause 32 calciatori per 43 punti: Parma, numeri da brividi

Sta per arrivare Simy dalla Salernitana, sarebbe il trentatreesimo: intanto Tutino (l'acquisto più costoso) è ai margini del progetto, come Man (pagato un anno fa 12 milioni). E per cambiare la rotta non è bastato neanche cestinare Maresca...

Sono tempi duri per il Parma di Krause. Non è bastato rivedere in corsa le strategie messe a punto in maniera approssimativa - a quanto pare - in estate. E’ cambiato il direttore d’orchestra, ma la musica è rimasta sempre quella. Una musica che non piace, per giunta nel tempio della lirica, che stona rispetto ai buoni propositi di fronte a logiche di chissà quali internazionalizzazioni, una melodia che dà fastidio a molti. E mentre i dirigenti del Parma sono impegnati nell’ultima settimana di mercato a trovare soluzioni per ripianare, Iachini tiene le antenne dritte. E spera che qualcosa si muova, sia in entrata (il tecnico aspetta un difensore e un centrocampista, oltre a una punta da doppia cifra) che in uscita. La rosa comincia a diventare ampia, tenendo conto di calciatori scontenti che non fanno parte del progetto tecnico-tattico e dei fuori rosa, che continuano ad allenarsi a Collecchio in attesa di una sistemazione. Sepe intanto l’ha trovata vicino casa, a Salerno. Per il resto non sembra muoversi una foglia. Il tempo c’è ancora, ma più passa e più si assottiglia il margine per piazzarli. A proposito di tempo: un po’ ci sarebbe anche per provare a far partire il progetto rimonta, quello imbastito nella pausa forzata. La Serie B tra i suoi tanti difetti ha qualche pregio: quello di aspettare fino all’ultimo prima di esprimere verdetti certi.

Ma a oggi, neanche uno specialista in rimonte come Beppe Iachini ha saputo - fino a qui - rianimare una squadra che ha diversi limiti di costruzione, assemblata in base a una logica da rivedere se si pensa che l’acquisto più importante della campagna estiva, il miglior calciatore della Serie B di un anno fa (Gennaro Tutino) sembra ai margini del progetto tecnico e con una valigia in mano in attesa di chissà quale destinazione. Mica semplice piazzare un calciatore pagato 6 milioni più bonus, con un contratto fino al 2025 degno di un top club. E se non è un caso questo, poco ci manca. Reduce da due panchine consecutive, contro Alessandria e Frosinone, Tutino sembra essere sparito completamente dai radar del tecnico, che gli preferisce Bonny, classe 2003. La società crede molto nel francese, il calciatore ha mostrato di avere mezzi tecnici e fisici importanti, sicuramente da lavorarci su: un plauso agli osservatori. Ma se perdi contro il Frosinone e non metti in campo quello che teoricamente sarebbe il tuo biglietto da visita per la Serie A, allora vuol dire che c’è qualcosa che non va. Per giunta, l’ennesimo investimento di Krause, persona estremamente generosa, pare indirizzato verso l’attacco. Un messaggio chiaro di tecnico e società al reparto offensivo: qualcuno parrebbe di troppo.

A proposito di attacco e di generosità: sembra che arrivi Simy, in prestito con obbligo di riscatto fissato a 4 milioni. Da quando il Gruppo Krause ha preso il comando, sono stati messi sotto contratto 33 calciatori (compreso Simy, ormai prossimo alla firma) nelle varie sessioni di mercato, una lunga lista di 12 italiani e 21 stranieri. In prestito oneroso o gratuito ne sono arrivati 8 (Bani, Correia e Conti, Nicolussi Caviglia, Delprato e Zirzkee); 25 a titolo definitivo o con diritti, per un totale di circa 90 milioni di investimento in cartellini. Un bilancio arricchito da pochissime soddisfazioni: solamente 8 le vittorie raccolte dalla gestione americana su 58 partite. Sono 19 i pareggi e 30 le sconfitte. Qualche giorno fa, un report dettagliato di Calcio&Finanza, esperto in materia economica, ha stilato la lista della spesa e degli investimenti del Parma targato KK: sono 175 i milioni investiti dal settembre 2020 per 43 punti. Trentatré (con Simy in arrivo) calciatori per 43 punti totali. Conti solidi, ma sul piano sportivo non tornano.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nell'era Krause 32 calciatori per 43 punti: Parma, numeri da brividi

ParmaToday è in caricamento