rotate-mobile
Calcio

Vazquez, un anno dopo: i dubbi del Mudo e la speranza di Pecchia

Franco ha un altro anno di contratto, ma se arrivasse una proposta la prenderebbe in considerazione. Ieri il suo entourage a Collecchio per fare un punto della situazione

Un anno fa come oggi, Franco Vazquez arrivava al centro sportivo di Collecchio per firmare il suo contratto con il Parma. Era l'inizio di un'estate caldissima, quello del mudo era un colpo che annunciava le intenzioni di risalita del club di Krause, sprofondato in Serie B con venti punti e un ultimo posto da riscattare solo un mese prima. Dopo un anno e la migliore stagione di Vazquez in carriera dal punto di vista realizzativo, il Parma è rimasto in Serie B e El Mudo non è più tanto sicuro di rimanere in crociato. Nella stagione appena conclusa il talento di Tanti, cresciuto nel Belgrano e arrivato dal Siviglia, ha incantato tutti con la sua classe cristallina: non solo per i 14 gol messi a segno e i diversi assist in 34 presenze, ma per i numeri clamorosi che ha mostrato in campo. Numeri che purtroppo per il Parma non sono serviti a centrare l'obiettivo che Krause aveva designato a inizio stagione: la promozione in Serie A. 

Con Vazquez l'anno scorso il Parma si era assicurato una buonissima dose di tecnica, ed esperienza, un colpo da maestro confezionato da Ribalta dietro la regia di Enzo Maresca che ha sfruttato a suo favore la grande amicizia che lo lega al mudo, strappandogli un sì d'oro dietro una grande opera di convincimento durata qualche settimana. Alla fine la firma è arrivata, il Parma si è stropicciato gli occhi davanti alle sue magie e Franco, assieme ad altri pochissimi colleghi, ha attenuato le sofferenze di una stagione da dimenticare per il club a livello sportivo. 

8846BFEE-8739-431E-BC28-42510851E57A-2 Franco Vazquez all'arrivo a Collecchio un anno fa - foto parmatoday.it

Senza Maresca, esonerato a novembre e con Iachini messo alla porta a fine stagione, Vazquez deve ripartire da Fabio Pecchia. Il nuovo allenatore ha già tenuto a battesimo El Mudo, qualche telefonata, un paio di colloqui conoscitivi per testare le motivazioni dell'argentino e capire cosa non abbia funzionato l'anno scorso. Vazquez con il Parma ha un altro anno di contratto, l'ex allenatore della Cremonese che ha portato i grigiorossi in Serie A vorrebbe ripartire da lui. Anche da lui. Ma molto dipenderà dalla volontà dell'argentino e dalle richieste che per lui arriveranno a Collecchio. Ieri l'entourage di Franco ha fatto visita al Parma per una chiacchierata interlocutoria con i vertici dell'area tecnica del club. 

Vazquez ha già reso nota la sua idea di voler chiudere la carriera a Belgrano, davanti alla sua gente, dove tutto è cominciato. Ma non ora. Su di lui c'era il Monza, a marzo Berlusconi dopo il gol fantastico segnato al Brianteo, aveva dimostrato un discreto apprezzamento per el mudo. Sembra che la situazione sia rimasta ferma lì, ma il mercato è lungo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vazquez, un anno dopo: i dubbi del Mudo e la speranza di Pecchia

ParmaToday è in caricamento