rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Attualità

Nuovo Tardini, Parma Città Pubblica: "Una brutta sorpresa nell’uovo di Pasqua"

L’associazione critica la scelta della Giunta: "Tradendo le promesse di attenzione fatte agli 8.241 firmatari della petizione contro la demolizione e ricostruzione dello Stadio"

“La Giunta e il sindaco Guerra hanno scelto una fantastica sorpresa per la cittadinanza da mettere nell’uovo di Pasqua 2023” commenta Parma Città Pubblica Aps dopo l’approvazione della delibera della Giunta del sindaco Michele Guerra sull’interesse pubblico rispetto al progetto del nuovo stadio Tardini.

“Tradendo le promesse di attenzione fatte agli 8.241 firmatari della petizione contro la demolizione e ricostruzione dello Stadio Tardini, ma ancor più ignorando completamente la mozione votata in Consiglio comunale soltanto due giorni prima, nella delibera di pubblico interesse sindaco e assessori promettono al Parma Calcio 1913 e al presidente Krause che avranno carta bianca nel progetto stadio. Basta leggere il testo per rendersene conto: si parla di riuso e riciclo e poi si chiede di spostare l’edificio più lontano dalle case, con buona pace delle ipotesi di ristrutturazione ed un implicito via libera alla demolizione”.

“Inoltre ai paletti sulla durata della concessione ed entità degli spazi commerciali, nella delibera di Giunta del 5/4/23 si stabilisce la possibilità per il proponente/concessionario di ‘estendere la durata della stessa o incrementare gli spazi dedicati ad attività commerciali’”

“Se una rondine non fa primavera, due forse sì: - conclude Parma Città Pubblica - promesse tradite sullo stadio e pesanti nuvoloni sul progetto Cargo dell’aeroporto non fanno certo sperare in una stagione di democrazia”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Tardini, Parma Città Pubblica: "Una brutta sorpresa nell’uovo di Pasqua"

ParmaToday è in caricamento