Vertenza Cft, l'azienda non tratta: giovedì nuovo sciopero di 8 ore

Sono sempre più incombenti i 36 licenziamenti che andrebbero a colpire lavoratori di diversi settori dell'azienda di via Paradigna, presidio davanti al palazzo della Provincia in strada Martiri della Libertà

Cft, presidio davanti alla Provincia

Prosegue la lotta dei lavoratori della Cft, azienda di via Paradigna sulla cui sorta incombe la volontà della proprietà di licenziare 36 lavoratori, appartenenti a vari reparti. Mentre le vie istituzionali sembrano non riservare grosse sorprese o vie d'uscita per cercare di tutelare il lavoro il Comitato di solidarietà, nato per appoggiare e diffondere alla città la mobilitazione dei lavoratori che si battono per il proprio posto di lavoro, prosegue con i volantinaggi e le iniziative informative.

Questa mattina dalle 7.30 alcuni aderenti al comitato hanno volantinato l'appello lanciato qualche settimana fa davanti ai cancelli della Ocme in via del Popolo. Questa sera dalle 21.15 invece saranno in via Europa, davanti ai cancelli della Bormioli, mentre domani, a partire dalle 6.30, l'appuntamento è davanti ai cancelli dell'Iren in strada Santa Margherita.

Giovedì 15 marzo, in occasione dell’incontro del Tavolo tecnico che si svolgerà presso la sede della Provincia in viale Martiri della Libertà tra la direzione aziendale, i sindacati di categoria, l’UPI e il dirigente provinciale Gabriele Marzano, è proclamato uno sciopero di 8 ore con presidio, davanti alla stessa sede, di tutti i lavoratori Cft. Saranno presenti, in solidarietà, delegazioni di altre aziende metalmeccaniche della provincia.

“Queste 8 ore – precisa Antonella Stasi, segretaria generale della Fiom Cgil di Parma - si aggiungono alle 30 ore già effettuate nelle scorse settimane, un mobilitazione che sta richiedendo ai lavoratori grandi sacrifici, dei quali occorre pure tenere conto. Una scelta dalla quale non intendono tornare indietro, nella convinzione che l’obiettivo di salvare quei 36 posti di lavoro meriti tale impegno. Noi, come sindacato, non possiamo che sostenerli fino in fondo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Bologna: 50enne incinta di sette mesi muore in casa

  • Coronavirus, l'appello choc di una 26enne: "In 40 metri quadri in 6 con 4 figli: non abbiamo i soldi per fare la spesa"

  • Buoni spesa, Pizzarotti: "Da venerdì si potrà compilare il modulo online: ecco chi potrà chiederli"

  • Coronavirus: a Parma tamponi si fanno dalla propria auto

  • Coronavirus, Parma piange altri 25 morti e 118 nuovi casi: il totale supera i 2.200

  • Coronavirus, Venturi contro Borrelli: "Il 1° maggio a casa? Smettetela di diffondere opinioni senza certezze"

Torna su
ParmaToday è in caricamento