Minacciato, rapinato e sequestrato in stazione: in manette due dei tre aggressori

La Mobile ha iniziato subito le indagini dopo l'episodio del 31 marzo: ha identificato tre persone, già conosciute e con precedenti. Uno è in via Burla, il secondo nel carcere minorile di Bologna mentre il terzo si è reso irreperibile

Trovati i nomi ed i volti dei tre malviventi che la sera del 31 marzo aggredirono un giovane 30enne italiano, prima minacciato con un coltello alla gola e poi rapinato degli ottanta euto che aveva in tasca, mentre si trovava all'interno della stazione ferroviaria di Parma. Due di loro sono finiti in carcere per rapina aggravata in concorso, porto di oggetti atti ad offendere e sequestro di persona: uno si trova in via Burla mentre il secondo, in quanto minorenne, nel carcere minorile di Bologna mentre il terzo, considerato il 'capo' si è reso irreperibile ed è probabilmente tornato nel Paese d'origine, la Costa d'Avorio. Quella sera il giovane, che si era recato il 1° aprile in Questura per denunciare il fatto avvenuto alle 2 di notte del 31 marzo, aveva ricostruito la vicenda: dopo aver incontrato i tre, due dei quali erano da lui conosciuti, si era fermato per intrattenersi con loro ma ad un certo punto uno di loro ha tirato fuori un coltello a serramanico, puntandoglielo contro la gola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

Torna su
ParmaToday è in caricamento