Attentato incendiario alla sede dell'Usb: danni alla saracinesca, esplode la vetrina

L'incendio di origine dolosa è avvenuto tra l'una e le due di notte

Nella notte tra il 6 ed il 7 dicembre si è verificato in incendio all'interno della sede del sindacato di base Usb, Unione Sindacale Italiana di via Mattei, 7 a Parma, nel quartiere San Leonardo. Secondo le prime informazioni l'incendio sarebbe doloso: sono ancora visibili i segni delle fiammate. La saracinesca ha preso fuoco ed è bruciata per alcuni minuti. In conseguenza della fiamme la vetrina interna è esplosa. I danni sono ancora visibili dal'interno della sede, che avrebbe dovuto aprire proprio nel pomeriggio di oggi, mercoledì 7 dicembre. Sul posto, nella mattinata di mercoledì 7 dicembre, la Scientifica per i rilievi e gli uomini della Digos. Le indagini proseguono a tutto campo: l'origine dell'attentato potrebbe essere legato ad alcune vertenze che Usb stava seguendo sul territorio. All'interno si sente ancora l'odore del liquido infiammabile, probabilmente benzina, usato per appiccare il fuoco. "E' una grave intimidazione -dichiara Carlo Rasmi- ma noi proseguiamo per la nostra strada. L'attacco ai sindacati è una cosa grave, c'è un clima di grande tensione nel mondo del lavoro. La novità consiste nel fatto che si sia ritenuto possibile attaccare direttamente un sindacato e questo costituisce un fatto di una gravità assoluta. E' frutto di una situazione generale di tensione ma anche di una situazione particolare, per le vertenze che abbiamo in corso in Emilia-Romagna. Evidentemente ci sono dei soggetti che pensano di affrontare il conflitto con delle modalità nuove ed assai gravi". 

LA NOTA DELL'USB - Attentato incendiario alla sede di USB federazione di Parma. Si incendiano le sedi dei sindacati di base e conflittuali per frenare la lotta in difesa dei diritti del lavoro e dello stato sociale.  Incendiare le sedi sindacali è un fatto nuovo e grave che deve preoccupare Nella notte tra martedì 6 dicembre e mercoledì 7 dicembre è stato compiuto un attentato incendiario alla sede di USB federazione di Parma in via Mattei n°7. 
Questo attentato è frutto del clima intimidatorio causato dalle politiche dei governi che in questi ultimi anni, in ossequio alle direttive dell'Unione europea, hanno determinato la distruzione dei diritti nel mondo del lavoro e un peggioramento delle condizioni di vita materiali e sociali dei ceti popolari.  Tutto ciò si è tradotto in un attacco indiscriminato contro il sindacalismo di base e conflittuale, che oggi è l'unico strumento di resistenza e rivendicazione di diritti a cui lavoratori sempre in maggior numero si rivolgono.  In questo quadro si colloca il tentativo di incendiare la sede di USB Federazione di Parma. Emerge quindi un dato gravissimo e preoccupante, ossia che si ritenga possibile un attacco incendiario alle sedi sindacali di base e conflittuali. 
Respingiamo e condanniamo un atto intimidatorio rivolto contro l'unico sindacato conflittuale e organizzato su base nazionale, che è impegnato nella difesa dei diritti dei lavoratori e dello stato sociale.  Contro questa provocazione intimidatoria reagiremo con fermezza, continuando la nostra attività ancora più convinti che la strada intrapresa sia quella giusta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • "L'ho sentita urlare e sono intervenuto. Così ho fermato lo scippatore"

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

Torna su
ParmaToday è in caricamento