menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma città elettrica: presentato il progetto da 9 milioni di euro

All'incontro con il sindaco Vignali erano presenti numerosi rappresentanti delle Case automobilistiche che hanno manifestato grande interesse e apertura, apprezzando la concretezza del progetto, primo di questo tipo ad oggi in Italia

In arrivo a Parma 100 colonnine di ricarica, private e pubbliche, tra il 2011 e il 2012. Che saliranno a 300 entro il 2015. Una rete aperta a tutti i produttori di veicoli elettrici, e un parco auto di circa 100 auto elettriche, che saliranno a 900 nel 2015. L’obiettivo è fare sistema, coinvolgendo tutti gli attori presenti nel territorio comunale, dalle grandi aziende alle municipalizzate, dall’università al car sharing fino al singolo cliente privato. Perché Parma possa attrarre investimenti da parte delle industrie impegnate nello sviluppo e ricerca di nuove tecnologie, in grado di generare nuovi posti di lavoro.

L’energia utilizzata per l’erogazione di corrente sarà ricavata da fonti rinnovabili consentendo il raggiungimento dell’emissione zero nel ciclo globale. Innovativa la formula di business: i veicoli elettrici saranno acquistati dal gestore di flotte locale che li fornirà, sottoforma di noleggio, comodato o acquisto, direttamente all’utilizzatore finale. Il piano economico prevede una spesa totale di 9 milioni di euro, oggetto di richiesta di finanziamento a Ministero dell'Ambiente e Comunità Europea, Nella prima fase di start up è previsto un incentivo di 6000 euro per l’acquisto di un’auto elettrica.


All'incontro col sindaco Vignali erano presenti rappresentanti di Chevrolet, Citroen, Mitsubishi, Nissan, Opel, Peugeot, Pininfarina, Renault e Toyota e Ducati energia: tutte le Case hanno manifestato grande interesse e apertura, apprezzando il dettaglio e la concretezza del progetto presentato, primo di questo tipo ad oggi in Italia. E tutte disponibili a partecipare al progetto con la propria offerta di prodotti elettrici. Per Carlo Iacovini, responsabile del progetto, “l’entusiasmo manifestato dal mondo dell’industria è un segnale molto positivo per la concretezza dell’iniziativa e dal confronto sono emersi importanti sviluppi come la possibilità di realizzare un servizio di manutenzione locale per autoveicoli elettrici in accordo con le singole case automobilistiche".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento