Blitz della polizia in due feste 'private' in centro: controlli ai clienti e sanzioni

Nel corso dei controlli congiunti due donne sono state denunciate per il furto di alcuni superalcolici all'interno di un supermercato

Continuano i controlli della poliziotti delle Volanti della Questura di Parma - realizzati in collaborazione con la polizia amministrativa, con la Guardia di Finanza e con la polizia locale - per la verifica del rispetto, da parte dei locali notturni e delle feste definitive come 'private' - che a volte sono invece aperte al pubblico - delle disposizioni previste dalle norme per il contrasto al contagio da Covid-19. Nel corso della serata di sabato 10 ottobre infatti gli agenti hanno ispezionato due feste private in centro storico a Parma che erano in realtà aperte al pubblico.

All'interno di uno dei locali controllati i poliziotti hanno trovato numerose persone senza la tessera da socio: sono in corso di verifiche eventuali violazioni delle normative relative alla sommistrazione di cibo e bavande e alla diffusione sonora. Non sono state invece verificarte violazioni alle norme per il contenimento del contagio. Nel corso del fine settimana sono inoltre stati portati avanti diversi controlli nei parcheggi dei centri commerciali per prevenire la commissione di furti all'interno delle auto in sosta. Due donne sono state denunciate poichè sorprese a rubare alcune bottiglie di supealcolici. Un'auto, con a bordo persone sospesse e con precedenti penali, è stata fermata durante i controlli: al conducente sono state contestate alcune violazioni al codice della strada. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione: ecco quando ci si può spostare da un comune all'altro per fare spesa

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

Torna su
ParmaToday è in caricamento