menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
corteo indignados

corteo indignados

Corruzione: più di mille indignados in corteo: "Dimissioni ora"

La manifestazione, partita da Piazzale Rondani, ha percorso via Bixio per poi giungere in Piazza Garibaldi: tanti i cittadini contro la corruzione e le tangenti, chiedono al sindaco di fare un passo indietro

Serata di fine luglio a Parma. Il tempo non è dei migliori, ma la lunga onda degli indignati parmigiani, associazioni e movimenti politici ma soprattutto singoli cittadini che chiedono legalità e rispetto per la questione pubblica, non si ferma e manifesta le proprie opinioni con un corteo che, simbolicamente, è partito da Piazzale Rondani, luogo del monumento alle Barricate antifasciste del 1922, il moto popolare che riuscì a resistere all'avanzata delle truppe fasciste di Italo Balbo.

Oggi oltre mille cittadini di Parma riuniti al concentramento chiedono il rispetto delle regole comuni. "La Piazza", il nome dato al Comitato spontaneo di cittadini nato dopo le prime manifestazioni sotto i Portici del Grano contro la corruzione, in seguito agli arresti e alle indagini della Procura, ha scelto di percorrere in corteo le vie di Parma, dopo la fiaccolata del 7 luglio, per dimostrare ancora una volta il proprio sdegno per la scelte del sindaco Pietro Vignali di non rassegnare le dimissioni. Ora, dopo la notizia dell'iscrizione nel registro degli indagati di Pietro Vignali, subito smentita dal Procuratore Capo Gerardo Laguardia e dallo stesso sindaco- i cittadini sono ancora più arrabbiati e chiedono spiegazioni pubbliche al primo cittadino.

In apertura del corteo lo striscione 'Dimissioni ora'. Tanti i cittadini con cartelli come 'Noi onore rispetto e dignità, voi il peccato e la vergogna', Dimissioni, il sindaco lo scelgono i cittadini, non l'Unione Industriali', la frase di Pertini 'La politica va fatta con le mani pulite', 'Vignali, ascolta un consiglio, dimettiti subito e vai a lavorare'. Gli organizzatori hanno distribuito le fasce tricolore che portano i sindaci ai cittadini. In corteo le associazioni come Libera Cittadinanza e il Popolo Viola, singoli cittadini che parlano di legalità e che cercano di far sentire la propria voce a chi amministra il potere in città. Il corteo, rumoroso, vivace e variegato, come tutte le proteste davanti ai Portici del Grano, si è snodato da Piazzale Rondani verso via Bixio per giungere, attraversando via il Ponte di Mezzo e via Mazzini, in Piazza Garibaldi. Agli organizzatori è stato negato il permesso di passare in via Farini e davanti alla sede degli industriali. All'arrivo in piazza i manifestanti sono più di quelli alla partenza, molti cittadini si sono uniti al corteo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento