'Concerti a corte': la grande musica tra castelli e antichi palazzi

Si apriranno nel Parmense con un concerto a Sala Baganza sabato 7 settembre i festival “Concerti a Corte” e “Invito all’opera”, organizzati dal Circolo didattico musicale Ferruccio Busoni

Dalla musica antica all’opera lirica, dalla musica sudamericana a quella d'avanguardia, con un ampio spazio dedicato a Giuseppe Verdi, nel bicentenario dalla nascita. Si apriranno nel Parmense con un concerto a Sala Baganza sabato 7 settembre i festival “Concerti a Corte” e “Invito all’opera”, organizzati dal Circolo didattico musicale Ferruccio Busoni: 30 spettacoli, dall’1 settembre al 13 aprile, per avvicinare il pubblico alla buona musica nelle cornici suggestive di castelli, antichi palazzi, corti e teatri delle province di Parma, Piacenza, Reggio, Modena e Trento. Due iniziative, una delle quali contiene l’altra: “Invito all’opera” è infatti un minifestival dedicato alla lirica all’interno del più ampio cartellone di “Concerti a corte”.

Giunti alla seconda edizione, i festival sono organizzati con il patrocinio e il contributo, tra gli altri, delle Province di Parma e Reggio Emilia, della Regione Emilia Romagna, di 13 Comuni, della Casa della musica di Parma e con il sostegno di Fondazione Monte Parma, Banca Mediolanum e diversi sponsor. “Siamo felici di collaborare con il circolo Busoni per la realizzazione di questa ampia rassegna – ha detto la dirigente del Servizio Cultura della Provincia Carla Ghirardi, portando i saluti dell’assessore Giuseppe Romanini, nella presentazione dei festival questa mattina al Parma Point -. Un’associazione che ancora una volta dimostra la grande capacità di realizzare iniziative di alta qualità in modo partecipato ed esteso, andando anche al di fuori dei confini provinciali”.

La Fondazione sostiene queste iniziative culturali perché danno la possibilità non solo di lanciare talenti musicali ma anche di far conoscere vari edifici monumentali del nostro territorio – ha sottolineato il presidente di Fondazione Monte Parma Roberto Delsignore -. Edifici che hanno bisogno di queste manifestazioni culturali per essere ravvivati e presentati al grande pubblico”.

La rassegna è iniziata lo scorso anno con 16 eventi, a cui hanno partecipato oltre mille visitatori. Quest’anno abbiamo raddoppiato, proponendo ben 30 appuntamenti, e questo è stato possibile solo grazie a una sinergia tra diversi Enti e realtà – ha spiegato il presidente del Circolo Busoni Palmiro Simonini -. I protagonisti saranno talenti locali e concertisti già affermati nel panorama internazionale, come il pianista Davide Franceschetti o il violinista Patrizio Scarponi”.  

Tra le proposte del minifestival dedicato alla lirica, una delle opere più rappresentative di Giuseppe Verdi, il Rigoletto, che sarà rappresentato sabato 14 settembre al Teatro Moruzzi di Noceto, a Modena il 30 marzo nel Salotto Agazzotti e ancora a Parma il 13 aprile nella Villa Malenchini di Carignano. Il maestro di Busseto sarà protagonista anche dei concerti del Trio Verdi, composto da Halla Margret, Francesco Sicuri e Palmiro Simonini, e di altre formazioni liriche che si esibiranno in suggestive ambientazioni: dal castello di Scipione di Salsomaggiore alla pieve di Talignano, dal castello di Canossa alla Rocca Meli Lupi di Soragna, dal castello di Vigoleno alla Corte ospitale di Rubiera, dal castello del Buon Consiglio al castello di Toblino di Trento, all’hotel La Palma di Stresa.

Tra i concertisti, come detto, ci saranno artisti già affermati nel panorama concertistico internazionale, come il pianista Franceschetti (pluripremiato a prestigiosi concorsi come il Busoni di Bolzano, Leeds di Londra, Van Cliburn di Fort Wort in Texas e vincitore del concorso internazionale di Dublino nel 1994), il violoncellista Luca Provenzani, il violinista Patrizio Scarponi (già primo violino dell'orchestra di Uto Ughi e di Ennio Morricone), il clarinettista Alfredo Natili (primo clarinetto dell'Orchestra regionale umbra); il  baritono Giorgio Cebrian. Inoltre ci saranno anche talenti “locali”, segnalati a livello internazionale: l’arpista Carla They,  il clarinettista Aldo Bocacci, il violinista Francesco Sicuri, i cantanti Halla Margret e Roberto Costi, i pianisti Roberto Barrali, Marcello Mazzoni e Palmiro Simonini.

15 le date che si svolgeranno tra Parma e Piacenza, a ingresso gratuito tranne quelle di Salsomaggiore, Carignano e Soragna. Si parte sabato 7 settembre alle 21.15 con il Trio Verdi alla Pieve di Talignano (Sala Baganza), per proseguire domenica 8 alle 21 al Castello di Scipione dei Marchesi (Salsomaggiore) con il “Gran galà lirico vocale” (replica il 21 alle 17 al Castello di Vigoleno), il 14 alle 20.30 al Teatro Moruzzi di Noceto con “Pagine scelte del Rigoletto”, il 22 alle 17 con il Trio Verdi che si esibirà al Castello di Compiano, mentre il 5 ottobre alle 21 sempre il Trio Verdi sarà alla Rocca Meli Lupi di Soragna. Tre appuntamenti alla Reggia di Colorno: il 27 ottobre alle 19 con il duo Provenzani-Barbini, il 10 novembre alle 19 con Davide Franceschetti al pianoforte e il 17 novembre alle 19 con il duo Scarponi-Pelli (violino e pianoforte). E ancora, il 14 dicembre i Virtuosi italiani suoneranno musiche di Chopin al Teatro nuovo di Salsomaggiore, il 22 dicembre si potrà ascoltare il duo Natili-Michelini alla Casa della musica di Parma, il 29 alle 21.15 ci sarà il duo Cornacchia-Costa (flauto e pianoforte) alle Terme Berzieri di Salsomaggiore, il 12 gennaio alle 21.15 sarà invece protagonista il duo Torri-Romani (soprano e pianoforte) alle Terme di Salsomaggiore. Ultimo appuntamento in programma il 13 aprile alle 17.30 alla Villa Malenchini di Carignano con “Rigoletto in villa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

15 anche gli appuntamenti che si terranno tra le province di Reggio, Modena e Trento: l’1 settembre all'Hotel Astoria di Stresa, il 5 settembre al Castello del Buon Consiglio di Trento, il 6 al Castello di Toblino di Trento, il 15 alla Rocca dei Boiardo di Scandiano, il 27 al Castello di Canossa,  il 29 all’Hotel La Plama di Stresa, l’11, 20 e 25 ottobre al Castello di Arceto (Scandiano), il 16 e 23 novembre e il 24 gennaio alla Corte Ospitale di Rubiera, il 26 gennaio e il 30 marzo al Salotto Agazzotti di Modena e il 5 aprile al Teatro Asioli di Correggio.
Alla presentazione di questa mattina sono intervenuti anche il sindaco di Colorno Michela Canova, il principe Diofebo Meli Lupi di Soragna, Eletta Malenchini di Villa Malenchini, Vincenzo Raffaele Segreto della Casa della Musica, Patrizia Ronchini del Comune di Sala Baganza e Marco Zambonini di Banca Mediolanum. Tutti hanno voluto sottolineare l’importanza dell’unire luoghi storici della nostra provincia alla musica di alta qualità.
Per info e prenotazioni:
340.3965567; f.busoniconcerti@libero.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento