menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sequestro degli 'attrezzi del mestiere'

Sequestro degli 'attrezzi del mestiere'

Sicurezza, il 32% della famiglie dell'Emilia-Romagna teme i ladri sotto casa

Torna a crescere in Italia il timore di un incremento della criminalità. E l'Emilia-Romagna non fa eccezione: in regione, l'anno scorso sono salite dal 25% al 32,4% le famiglie che avvertono rischi nella loro zona di residenza

Torna a crescere in Italia il timore di un incremento della criminalità. E l'Emilia-Romagna non fa eccezione: in regione, l'anno scorso sono salite dal 25% al 32,4% le famiglie che avvertono rischi nella loro zona di residenza. Una paura che si diffonde di piu' rispetto alla media nazionale dato che lungo lo ''stivale' nel 2013 sono aumentate di 4,6 punti le famiglie che dichiarano rischi di criminalita' dove abitano. Infatti, secondo i dati dell''indagine Istat su criminalita'' e sicurezza, rielaborati dall''Osservatorio di Assiv-Confindustria (Associazione italiana vigilanza e servizi fiduciari), in Italia "la percezione di insicurezza nel 2013 e' salita al 31% rispetto al 26,4% del 2012, quando invece si era registrato un pur lieve calo rispetto al 26,6% del 2011'.

Ecco perche'' la divisione ''vigilanza'' di Confindustria dice che torna a crescere in Italia "il timore di un incremento della criminalita'. L'Emilia-Romagna, con il suo 32,4% di famiglie che si guarda le spalle (ovvero sette punti percentuali in piu' dell'anno prima), sale di due posizioni attestandosi al sesto posto nella classifica fra regioni. In testa c''e'' il Lazio con quasi il 41% delle famiglie 'preoccupate', seguito da Lombardia con il 36,9%, Umbria con il 36,8%, Campania con il 36,1% e Puglia con 33,3%.

Anche nella classifica dei furti nelle abitazioni rilevati dalle forze di Polizia in base alle denunce del 2012, segnala una nota di Assiv, l''Emilia-Romagna sale: dalla terza alla seconda posizione; i furti passano da 450,9 del 2011 a 540,1 ogni 100.000 abitanti, piu'' della media nazionale (398). In questa graduatoria, l''Emilia-Romagna e' preceduta al primo posto dal Piemonte con 560,4 furti per 100.000 abitanti, ed e' seguita da Toscana con 532,1, Lombardia con 527,5, Liguria con 458,4.

Quanto alle strategie per difendersi dai ladri di appartamento, in Emilia-Romagna, come nelle altre regioni, prevalgono i sistemi tradizionali, segnala una nota di Assiv. Al primo posto c'e' la richiesta ai vicini di controllare la porta di casa, modalita' praticata dal 40,1% delle famiglie contro la media nazionale del 39,4%, a cui segue l''accortezza di lasciare le luci accese quando si esce, come fa il 22,9% delle famiglie in regione. Poco sopra la media nazionale e' invece la modalita'' innovativa del collegamento dell''abitazione con la vigilanza privata, con una quota del 4,8% della famiglie che ricorre a questa strategia contro il 4,7% di media nazionale (Agenzia Dire) 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 200 casi ma nessun decesso

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento