La marcia antidegrado? Casa al fianco dei Nuovi Consumatori

La manifestazione non si è mossa da Piazzale Santa Croce, luogo del concentramento. Circa una cinquantina le persone in piazza. E l'assessore alla sicurezza Casa: "basta individualismi"

Doveva essere la marcia per la sicurezza in Oltretorrente. Si temevano contestazioni, dopo le polemiche della vigilia. Non c'è stata nè la marcia nè le contestazioni. Dalla 19 polizia e i carabinieri hanno presidiato Piazzale della Pace, luogo del concentramento del corteo per paura di contestazioni. Verso le 20.30 ancora poche persone, circa 45, si trovano nel piazzale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La decisione degli organizzatori è di rinunciare al corteo e effettuare solo un presidio in Piazzale della Pace. Esposti gli striscioni il presidente del Movimento Nuovi Consumatori Filippo Greci ha parlato al megafono. Al centro del suo discorso il contrasto a chi affitta irregolarmente appartamenti nel quartiere Oltretorrente. Nelle sua parole anche una certa delusione per la scarsa partecipazione. L'assessore al Commercio e alla sicurezza Cristiano Casa: "Manca l'orgoglio di essere parmigiani, ci dovrebbe essere più collaborazione tra le persone e meno individualismo":

"Siamo ancora qui -sottolinea Claudio Cavazzini, a distanza di un anno, il nostro successo è stato il fatto che abbiamo tolto la struttura di Piazzale Inzani. Ora il problema è la movida e delle persone che stazionano che non sono più solo extracomunitari ma anche i nostri giovani".

Nel frattempo un gruppo di giovani in via d'Azeglio stava distribuendo alcuni volantini sulla sicurezza. "Con la manifestazione di oggi i Nuovi Consumatori vorrebbero farci credere che la causa del 'degrado' cittadino siano i giovani e gli extracomunitari, che non volendo rinchiudersi in casa, vivono il quartiere giorno per giorno, e che basti aumentare il numero di militari per le strade per essere più sicuri". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento