menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Differenziata al 58%, Italia dei Valori: "Ma l'inceneritore è inaccettabile"

"Gli ultimi dati relativi alla raccolta differenziata -sottolinea Andrea Casale dell'Italia dei Valori di Parma-confermano che a Parma si è raggiunta una percentuale del 58%, un dato, a nostro avviso, molto incoraggiante"

"Gli ultimi dati relativi alla raccolta differenziata -sottolinea Andrea Casale dell'Italia dei Valori di Parma-confermano che a Parma si è raggiunta una percentuale del 58%, un dato, a nostro avviso, molto incoraggiante e che ci fa ben sperare, sia in relazione alla crescita della percentuale stessa, con l'estensione dell'attuale sistema ai quartieri Pablo e San Leonardo, sia rispetto alla risoluzione di alcune criticità, come il decoro di determinate strade intaccato dalla presenza di numerosi sacchi. Detto ciò, però, la questione più rilevante e più inaccettabile, rispetto alla quale sarà indispensabile battersi in maniera perentoria, è costituita dalla possibilità che nell'inceneritore di Parma vengano trattati anche rifiuti provenienti da altre Regioni, vanificando così l'impegno dei tanti cittadini virtuosi che, giustamente, s'impegnano nella raccolta differenziata anche con l'obiettivo di 'affamare' l'impianto di Ugozzolo e ridurne così l'impatto ambientale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Salute

Che cos'è e come combattere la ritenzione idrica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento