Cronaca Cortile San Martino / Via San Leonardo

Raccolta differenziata al San Leonardo: dal 2 maggio spariscono i cassonetti

l “D – day” sarà il 2 maggio, quando dalle strade di Parma scomparirà l’ultimo cassonetto per la raccolta indifferenziata. Resteranno così soltanto le nuove campane per il vetro e i cassonetti per il verde

Il “D – day” sarà il 2 maggio, quando dalle strade di Parma scomparirà l’ultimo cassonetto per la raccolta indifferenziata. Resteranno così soltanto le nuove campane per il vetro e i cassonetti per il verde. Si chiude così l’operazione della raccolta differenziata porta a porta estesa in tutta la città. Lo si è appreso dall’assessore Gabriele Folli nell’ultimo doppio incontro con i cittadini del quartiere San Leonardo, che hanno affollato l’auditorium di via Cuneo per il consueto appuntamento promosso da Comune e Iren per spiegare le modalità del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti.

“Il san Leonardo – ha detto Folli – è l’ultimo quartiere in cui applichiamo il sistema. Sappiamo bene che l’impatto non è sempre facile, ma dopo un primo periodo di rodaggio le cose procedono meglio, coma dimostra l’esperienza degli altri quartieri. Comunque – ha assicurato – la lotta al degrado è alla nostra massima attenzione e investiremo in informazione ai cittadini e in controlli per combattere l’inciviltà, sui quali fra poco interverranno anche le guardie ecologiche convenzionate con il Comune”. 

L’assessore ha poi tranquillizzato i presenti sul fatto che il bidoncino dell’indifferenziata si riempirà assai meno di quanto si possa pensare: l’unico vero problema, quello dei pannoloni e pannolini, viene risolto con la dotazione aggiuntiva di un bidoncino e appositi passaggi più frequenti degli operatori.Le nuove modalità di conferimento dei rifiuti sono state illustrate da Luigi Zoni di Iren, che ha richiamato l’attenzione dei circa 200 cittadini presenti nel pomeriggio su alcune avvertenze e opportunità: attenzione a non scambiare il bidoncino del residuo perchè è munito del microchip personalizzato che servirà dall’anno prossimo per determinare la tariffa; pulire il materiale conferito, in particolare vetro e plastica, perché il contributo a carico dei consorzi dipende anche dalla qualità di ciò che arriva a destinazione per il riciclo, quindi l’intera comunità potrà trarne vantaggio; e per chi ha spazio esterno ha consigliato di prevedere il compostaggio domestico, che consente tra l’altro di risparmiare fin da ora il 10% sul totale della tariffa rifiuti. Zoni ha infine indicato le scadenze per le rimozioni dei cassonetti e l’applicazione del nuovo sistema nelle varie zone, l’ultima appunto il 2 maggio. 

Per qualsiasi problema, i cittadini potranno comunque recarsi al Punto informativo situatonell’edificio ecosostenibile di via Lazio, a fianco del Centro di Raccolta Rifiuti, aperto lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13; giovedì dalle 15 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13, dove vengono consegnati i contenitori grigi per il residuo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata al San Leonardo: dal 2 maggio spariscono i cassonetti

ParmaToday è in caricamento