Parla il fisarmonicista multato: "I parmigiani hanno un cuore d'oro"

Giovanni ha pagato la multa anche grazie all'aiuto dei cittadini che in questi giorni hanno riempito il cappello del suonatore

Lo abbiamo incontrato in via Farini, all'ingresso della strada che affaccia alla Movida parmigiana e che al venerdì sera comincia a gonfiarsi dalle 19:00 per l'apertitivo delweek end. Seduto sul suo scanno, Ion Nani, detto Giovanni, sembrava quasi un reggente, con i passanti che lo sommergevano d'affetto: allieta Parma da quattordici anni con la sua fisarmonica, guadagnandosi qulche soldo tra una canzone e l'altra e dispensando sorrisi. Con il bello e il cattivo tempo, il caldo e il freddo lui c'è sempre. Non ha ancora il colbacco, non c'è ancora il freddo che lo richiede, ma ha tanta voglia di continuare a suonare per i vicoli di Parma. Soprattutto adesso che è stato multato dalla municipale, in pilotta. 100 euro. Per molti una sanzione inspiegabile, tant'è che i parmigiani si sono mostrati solidali e il giorno dopo lo hanno sostenuto di fatto pagando la multa per lui con le offerte. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' mai passato alle 7.30 di sera quando piove in Pilotta? Non c'è nessuno, solamente quelli che spacciano. Non trovi nessuno, non c'è un cane. Io suonavo lì è loro mi hanno fatto la multa - dice Giovanni a parmatoday.it - davanti al monumento. Mi hanno detto che nel centro storico non potevo suonare". Lo spiega con il sorriso, mentre saluta una passante che è appena andata via e che gli ha spiegato come certe cose in Italia siano frequenti. "Si chiamano ingiustizie - dice la signora - devi conviverci". Eppure, dopo anni di Parma, Giovanni non aveva mai avuto problemi. "Non mi va di fare la guerra con il comune, ho pagato e basta. A Parma sto benissimo, la gente mi dimostra affetto e in questo caso tanta vicinanza, legga i commenti su Facebook. Un mio amico mi ha chiamato per dirmelo, io non ho un profilo, non sono tecnologico, ho solo questo telefono (ci mostra un vecchio cellulare piccolino con una tastiera e uno schermo minuscolo ndc). I parmigiani hanno un cuore d'oro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

  • Tragedia: 25enne muore in ospedale 18 mesi dopo l'incidente

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

Torna su
ParmaToday è in caricamento