menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Froneri, venerdì 6 ottobre il corteo dei lavoratori: "L'azienda rimetta in discussione le decisioni"

I segretari generali provinciali di Cgil, Cisl e Uil, Massimo Bussandri, Federico Ghillani e Mario Miano, esprimono grande preoccupazione per la vicenda che in questi giorni vede in prima linea i lavoratori dello stabilimento

I segretari generali provinciali di Cgil, Cisl e Uil, Massimo Bussandri, Federico Ghillani e Mario Miano, esprimono grande preoccupazione per la vicenda che in questi giorni vede in prima linea i lavoratori dello stabilimento Froneri (ex Nestlè) di Parma e sottolineano l'importanza delle iniziative dei prossimi giorni, il cui significato riguarda tutta l'industria Parmense e va ben oltre quella vicenda e quella azienda.

È infatti la prima volta che viene utilizzato un metodo di questo tipo, in cui un'azienda legata a un marchio importante, dopo aver dato rassicurazioni scritte e formali a sindacati, lavoratori e istituzioni locali circa il mantenimento del sito, decide di contraddire quelle scelte e di chiudere a chiave l'azienda, lasciando a casa centinaia di lavoratori.

Questo stile segna un salto di qualità negativo nel metodo delle relazioni sindacali, in quanto fa venir meno ogni crisma di affidabilità e responsabilità, un modello che se dovesse trovare seguaci rischierebbe di aprire una stagione di conflitti sociali senza precedenti.

Per questo motivo i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil ritengono che la lotta debba essere di tutti i lavoratori e di tutto il territorio, a partire dalla manifestazione in programma per il prossimo venerdì 6 ottobre, e chiedono quindi che l'azienda rimetta in discussione le proprie scelte e che tutti i prossimi attesi passaggi sindacali e istituzionali mantengano un forte presidio territoriale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Cronaca

    Bonaccini: "Se i contagi aumentano, pronti a chiudere le scuole"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento