menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giochi senza frontiere arriva a Parma, Casa: "Grande opportunità per il turismo"

Attesa per l'evento previsto per il 23 novembre prossimo al Palasport, L'Italia gioca sarà dedicato a Verdi, si sfideranno sette squadre da comuni diversi d'Italia. Casa: "Ottima opportunità per dare visibilità alla nostra città"

Tutto pronto in vista dell'appuntamento L'Italia gioca, Giochi senza frontiere italiani, previsto per il 23 novembre prossimo seguendo il modello dei giochi delle sette frazioni. Scenografie spettacolari e giochi creativi, con effetti speciali ispirati alle musiche di Verdi che accompagneranno tutto lo svolgimento della serata. Questi gli intenti degli organizzatori dell'evento, che dopo il successo dei Giochi delle sette frazioni hanno avuto modo di conoscere le altre realtà italiane nelle quali si organizzano iniziative simili e hanno pensato a crearne una che ricordasse i noti giochi senza frontiere.

L'obiettivo dell'evento, come spiega Mario Stocchi, presidente giochi sette frazioni, è quello di dare vita a una competizione sana tra diversi comuni d'Italia all'insegna del divertimento e con un intento anche solidale di beneficienza. Teatro dell'iniziativa, organizzata dai giochi delle sette frazioni e patrocinata da Regione Emilia Romagna, Provincia e Comune di Parma, il palazzetto dello sport, che nella speranza degli organizzatori si popolerà di tifosi e curiosi per assistere alle sfide tra le sette squadre avversarie:  Firmo per la Calabria, Parma, Borgo Montenero per Lazio, Moconesi per la Liguria, Dalmine per la Lombardia, Verbania per il Piemonte e Pian di Sco' per la Toscana. Il tema dei giochi sarà Verdi e le sue opere, l'evento è infatti inserito all'interno delle celebrazioni verdiane.

Prima dell'appuntamento al Palasport Pala Raschi, tappa la mattina in piazza Garibaldi dove si terrà un gioco d'apertura per pubblicizzare l'evento e dare un piccolo assaggio di quanto prenderà vita in serata. Direzione artistica dell'evento a Mario Mascitelli che, oltre a dirigere il Teatro del Cerchio, è coinvolto nella nazionale juniores di baseball. "E' una grande iniziativa e c'è tanto da fare, ho accettato con grande onore non solo per l'importanza dell'iniziativa ma anche per la presenza da conduttore di Ettore Andenna, storico volto di giochi senza frontiere".

L'impegno del Comune e in particolar modo degli assessorati al Turismo, allo Sport e alla Cultura, è orientato sul valorizzare al meglio Parma e favorire un ritorno turistico e di visibilità, secondo quanto sottolineato dall'assessore Casa: "Contiamo che questa collaborazione sia solo l'inizio di una lunga serie di eventi fondati sullo spirito del gioco come passione e dall'impatto positivo in termini di visibilità per la nostra città". "Il gioco -sottolinea l'assessore Marani - è una parte fondamentale della nostra vita, non dobbiamo dimenticarcene, è un modo per dare benzina per affrontare meglio la vita di tutti i giorni. Non si tratta di distrarsi dai problemi, ma di offrire nuova linfa per affrontare con maggiore forza le difficoltà di tutti i giorni. Anche questo è un regalo alla città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento