Inceneritore, richiesta di sequestro: tra gli indagati Ubaldi e Viero

Ci sarebbero anche l'ex sindaco e il direttore generale di Iren tra gli indagati dell'inchiesta della Procura di Parma per abuso d'ufficio e abuso edilizio. Si fanno i nomi di Ivano Savi ed Emanuele Moruzzi

Andrea Viero, direttore generale di Iren

Tra gli indagati nell'inchiesta della Procura di Parma sulla costruzione dell'inceneritore ci sarebbero l'ex sindaco Elvio Ubaldi e l'amministratore delegato di Enia, Andrea Viero, ora direttore generale di Iren, la multiutility che ha assorbito Enia e ha proseguito i lavori. La Procura ha chiesto nei giorni scorsi il sequestro preventivo del cantiere, ipotizzando i reati di abuso edilizio e abuso d'ufficio, ma senza rendere noti gli indagati, una decina.

Questa sera il Tgr dell'Emilia-Romagna ha reso noto che ci sarebbero anche l'ex responsabile del Servizio ambiente del Comune di Parma, Emanuele Moruzzi, già arrestato nell'inchiesta sul verde pubblico; e il suo collega all'Urbanistica Ivano Savi, preso per un giro di mazzette insieme alla moglie. Nell'elenco, anche il dirigente dell'ufficio Ambiente della Provincia di Parma, Gabriele Alifraco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagine sarebbe stata avviata dagli esposti delle associazioni contrarie all'impianto e poi approfondita dalla Guardia di Finanza, che ha puntato il dito anche sulla raccolta dei rifiuti, pure affidata senza le prescritte gare d'appalto, come del resto l'incarico di progettazione finito a Hera, la multiutility concorrente. Per le mancate concessioni edilizie l'amministrazione comunale dell'ex sindaco Vignali a un certo punto aveva ordinato la sospensione dei lavori, ma il Tar li fece ripartire e contro questa decisione il Comune, allora in amministrazione commissariale, non fece ricorso, così la Procura potrebbe approfondire anche questo aspetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento