Irreperibile per i Giudici ma candidato alle elezioni: il caso di Fabrizio Cantarelli

L'ex presidente del Consorzio Agrario, accusato di bancarotta fraudolenta per il crac, vive in Paraguay e si è candidato per gli italiani all'estero nella circoscrizione dell'America Meridionale

Una storia che ha del paradossale. Uno dei candidati per gli italiani all'estero, nello specifico nella circoscrizione dell'America Meridionale, risulta irreperibile per i Giudici italiani. L'avvocato parmigiano Massimo Cantarelli, infatti, risulta essersi candidato per quella circoscrizione ma allo stesso tempo per la giustizia italiana è irreperibile. Il professionista, che ha rivestito il ruolo di presidente del Consorzio Agrario di Parma, è accusato di bancarotta fraudolenta. E' bene specificare che è solo indagato e non condannato: allo stato attuale del procedimento però è irreperibile. L'avvocato vive attualmente in Paraguay da libero cittadino: il processso infatti deve ancora essere celebrato. L'anomalia riguarda il fatto che nell'ambito delle indagini per il crac del Consorzio Agrario risulta irreperibile anche se, nei fatti, avrà sicuramente presentato un indirizzo di residenza per potersi presentare alle elezioni. La sua lista si chiama 'Unital', Unione Tricolore America Latina non è riuscita ad ottenere un seggio in Parlamento ma ha raccolto comunque 25 mila voti, mentre le preferenze per l'avvocato parmigiano sono state 1811. Il problema, quindi, sembra essere solo di burocrazia: l'avvocato non si naasconde di certo, essendosi presentato anche alle elezioni, con l'obiettivo di essere eletto in Parlamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento