menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legambiente, macchia nera al Comune di Parma

L'associazione ambientalista ha assegnato il premio Cigno d'Oro al Coordinamento "Niente Voragini" per la battaglia contro i parcheggi interrati. Il municipio bacchettato per la scadente gestione del verde

Legambiente Parma assegna, in autunno, dei premi simbolici a enti pubblici e soggetti privati che si sono distinti in positivo e in negativo, sull'ambiente, nel corso degli ultimi 12 mesi. Vengono assegnati il cigno d'oro, cigno d'argento e cigno di bronzo alle tre innovazioni positive, concretamente realizzate (e non semplicemente annunciate o firme di protocolli), e, di converso, viene conferita una macchia nera al comportamento ambientale più dannoso.

Nel 2010 l'assemblea dei soci ha limitato a uno solo il premio in positivo e ha introdotto un'altra sezione, il campanello d'allarme, per mettere sull'avviso dai comportamenti a rischio.

Premi 2010 e motivazioni

Legambiente assegna:

- Cigno d'Oro 2010 al Coordinamento Niente Voragini

per aver condotto, con caparbietà e stile, una lotta di alto valore civico per contrastare la nefandezza dei parcheggi interrati in centro storico ottenendo la cancellazione del silos in piazzale Salvo D'Acquisto

- Macchia Nera 2010 al Comune di Parma

per la scadente gestione del verde in città: ripetuti ed eccessivi e ripetuti tagli di alberi con compensazioni mancate o fuori luogo, aree verdi sempre più sacrificate a favore di opere edificatorie di scarsa o nulla utilità, nuovo regolamento del verde già carta straccia dopo sei mesi, contravvenzione palese alla Carta di Firenze e di altri regolamenti per tenere la stagione di concerti nel Parco Ducale; mancati controlli nella manutenzione del verde pubblico

- Campanello d'allarme 2010 ai presidenti delle Comunità Montane Est e Ovest

per la pratica sempre più invasiva del motocross e del rally in sentieri, carraie e fuoristrada in montagna, nei boschi e sui crinali. Una pratica da regolamentare in appositi circuiti o zone predisposte, vietando le gare notturne o i percorsi su terreni franosi e vigilando in modo più stringente sui fuoripista della domenica.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento