Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Litiga per riscuotere l'affitto, ma era ai domiciliari

Un pakistano, già con precedenti per aver violato la misura cauterale, è stato arrestato

Ieri, in via S. Leonardo, in seguito della segnalazione di un diverbio tra cittadini stranieri, sono intervenuti i poliziotti raggiungendo l’immobile segnalato ed identificando gli occupanti. Un cittadino pakistano di 44 anni, parente del proprietario dell’appartamento concesso in locazione, si era recato dagli affittuari per richiedere il pagamento della mensilità dovuta. A seguito di reciproche pretese in merito alle utenze domestiche, i toni si sono alzati fino a degenerare in un vero e proprio diverbio nel quale uno degli occupanti chiedeva l'aouto del personale della Polizia di Stato.

Riportata la calma, gli agenti hanno potuto constatare che il cittadino pakistano, era gravato di precedenti di polizia e inoltre risultava pregiudicato per reati contro la persona e il patrimonio a seguito di una sentenza divenuta irrevocabile all’inizio del corrente anno. Proprio a seguito di tale sentenza l’uomo era stato condannato a pena detentiva e ammesso al regime della detenzione domiciliare, da scontare nel proprio domicilio fino a fine pena. Accertata la violazione della prescrizione imposta e constatato che l’uomo era già stato per ben due volte segnalato per analoghe violazioni, il personale, ricorrendo un caso di arresto facoltativo in flagranza, lo traeva in arresto, dandone immediata comunicazione al Sostituto Procuratore di turno. L’uomo è attualmente a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, nuovamente in stato di detenzione domiciliare, in attesa del giudizio direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga per riscuotere l'affitto, ma era ai domiciliari

ParmaToday è in caricamento