Moschea in via Reggio, Lega Nord: "Pizzarotti deve programmare un referendum"

Il consigliere regionale e responsabile immigrazione del Carroccio Manes Bernardini lancia la sua sfida a Pizzarotti, in procinto di avviare il percorso verso una nuova moschea: "Preveda subito il referendum e dia voce ai cittadini"

Niente Centro Islamico senza referendum. In pieno “rischio siriano” la Lega Nord alza gli scudi contro la realizzazione dei luoghi di culto islamici. Nel mirino, in particolare, Parma, dove "il sindaco del Movimento 5 stelle, Federico Pizzarotti"- si legge in una nota- ha già dato disponibilità a cedere gratuitamente un terreno comunale all’associazione islamica locale (l’area è in via Reggio). Per introdurre la consultazione obbligatoria il deputato leghista Nicola Molteni - capogruppo in commissione Giustizia - rilancia la proposta di legge Cota-Gibelli, che prevede anche: un registro per gli imam, bilanci trasparenti, niente fondi dall’estero, niente scuole islamiche, distanze minime di un chilometro da chiese e sinagoghe, culto solo in italiano".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La richiesta si richiama anche alla “situazione siriana” che - ricorda Molteni - “ci espone al rischio terrorismo e ci obbliga ad innalzare la soglia di attenzione” e arriva  “all’indomani della vittoria in Norvegia della coalizione di centrodestra, che ha raggiunto il culmine del proprio consenso elettorale proprio su temi come il no alle moschee e all’immigrazione”.

Intanto il consigliere regionale e responsabile immigrazione del Carroccio Manes Bernardini lancia la sua sfida a Pizzarotti, in procinto di avviare il percorso verso una nuova moschea: “Vista la portata della sua decisione e gli effetti che avrà non solo sui parmigiani preveda subito il referendum e dia voce ai cittadini. Solo così potrà dare concretezza alla sbandierata trasparenza grillina e alla tanto decantata democrazia partecipata. Sulla moschea faccia quindi decidere ai parmigiani. Su un tema così delicato sarebbe un gesto di massima partecipazione e democrazia. E di grande coerenza con quanto fino ad oggi sbandierato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento