Cronaca

Choc a Collecchio: muore a 12 anni per una malattia fulminante

Syria Scala aveva appena finito di frequentare la seconda media

E' morta in pochi giorni per una malattia fulminante. Choc a Collecchio per la tragedia che ha coinvolto Syria Scala, una giovane di soli 12 anni che, a causa di una malattia fulmimante, è deceduta nella giornata di sabato 11 luglio, dopo aver avuto i primi sintomi nella giornata di martedì. Syria - che aveva appena finito di frequentare la Seconsa Media e che giocava nella Galaxy Volley di Collecchio - lascia un vuoto enorme in tutta la cittadina parmense. La famiglia di Syria ha deciso di acconsentire alla donazione degli organi. 

IL RICORDO DELLA GALAXY VOLLEY - "Ciao Syria. Abbiamo raccolto le parole, è stato molto difficile, doloroso per chi ti ha vissuta di più, ma lo è stato anche per chi ti ha vissuta meno. La nostra è una piccola realtà sportiva dove i ragazzi e le ragazze del nostro paese, si ritrovano per giocare a pallavolo, per stare insieme, divertirsi, organizzare una pizzata, un gelato, una grigliata, passare un pomeriggio, raccontarsela. In questi giorni, post lockdown, si ritrovano sui nostri campetti green per fare due palleggi, colorano il paesaggio e gli danno voce con i loro... “passa, mia...out... “, le loro risate. Tu, Sicca, eri una di quelle meravigliose ragazze, sempre sorridente, solare, presente, discreta, in punta di piedi. Mai assente agli allenamenti, mai preteso, mai chiesto nulla. I tuoi incantevoli occhi scrutavano, guardavano oltre, erano sempre pronti a catturare umori, paure e gioie delle tue compagne di squadra, che in te trovavano un riferimento, un pilastro, sempre pronta a sostenerle. Ti preoccupavi sempre che la playlist prepartita fosse quella giusta. Noi Galaxy Volley siamo come una famiglia, ci conosciamo tutti, le nostre ragazze e i nostri ragazzi sono tutti legati tra loro, come se fossero un’unica squadra... e questi giorni per tutti noi sono tristissimi; siamo tutti più uniti da questo grande dolore, da questa profonda ingiustizia. Sarai il nostro angelo, con i tuoi occhioni azzurro cielo; ci accompagnerai sempre. Noi tutti ci stringiamo ad Antonio, Orsola e Ginevra che sempre saranno parte della nostra piccola, grande famiglia. Ciao Sicca... ci vediamo sui campi ..." 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Choc a Collecchio: muore a 12 anni per una malattia fulminante

ParmaToday è in caricamento