menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elettromagnetismo: parte da Lubiana la rivoluzione delle comunicazioni

Nel quartiere è stata garantita una copertura "mobile" omogenea tramite il risanamento e l'adeguamento tecnologico dei siti di via Orlandi, via Einstein, via Sidoli e via Marconi riducendo l'impatto ambientale

Avanguardia tecnologica nelle telecomunicazioni, rispetto dell’ambiente e coinvolgimento dei cittadini: questi i tre principi sui quali si basa la nuova strategia adottata dall’Amministrazione comunale per la gestione dei sistemi di telecomunicazioni presenti all’interno della città. E’ stato il Lubiana il quartiere pilota per questa nuova iniziativa che, dopo più di un anno di lavoro, è giunta a compimento con successo.

A oggi all’interno del quartiere Lubiana è stata garantita una copertura “mobile” omogenea sia per quanto riguarda il “traffico voce” che per il “traffico dati” (quest’ultimo nella sua declinazione attualmente più performante denominata HSPA, utilizzata da smartphones e internet keys) tramite il risanamento e/o l’adeguamento tecnologico dei siti di via Orlandi, via Einstein, via Sidoli e via Marconi in prossimità della tangenziale Est.

Per ogni intervento è stato costantemente monitorato l’impatto elettromagnetico, garantendo il rispetto dei limiti di legge e mantenendo valori particolarmente bassi ( i risultati ottenuti tramite le centraline in continua sono visionabili sul sito www.cem.comune.parma.it). Tutto ciò è stato possibile grazie alla fondamentale partecipazione attiva del quartiere Lubiana e al supporto dello spin-off accademico del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione Net Integra Consulting, che ha gestito e coordinato nel dettaglio ogni intervento.

Considerato il successo ottenuto, questo approccio è stato e sarà replicato, dove possibile, anche in altri contesti cittadini, soprattutto nei più densamente popolati. In questi ultimi c’è da una parte una particolare richiesta di copertura, ma dall’altro la necessità di specifiche attenzioni per poter mantenere i livelli di emissioni entro i limiti.

Attività analoghe sono state effettuate, o sono di imminente realizzazione, nelle seguenti strade: via San Leonardo, via Spaggiari, Strada Vallazza, viale della Villetta, Stradello Vicinale Rasori, via Bianchi, via Avogadro, via Goito.

Infine, grazie al progetto URBA.NET, sviluppato dal Settore servizi informatici del Comune di Parma, sulla base dell’innovativa tecnologia Wi-Max, sono state realizzate, all’interno del Lubiana, delle aree Wi-Fi (Hot-Spot) pubbliche per la navigazione internet gratuita presso: parco Gelati, parco di via Newton, parco via Bela Bartok, Largo Parri e il centro giovani area ex Federale. Prossimamente verranno attivati altri hot-spot presso: piazzale Lubiana, parco via Marzabotto e il parcheggio scambiatore di via Traversetolo.

Nella foto: intervento in via Sidoli con adeguamento tecnologico e notevole riduzione dell'impatto visivo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento