menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parcheggio di via Lombardia, Folli: "Ritardi? Non per inerzia, ma per scelte scellerate del passato"

L'assessore: "E’ utile che i cittadini sappiano che non vi è stata inerzia da parte dell’attuale giunta semmai un difetto all’origine a cui si è dovuto porre rimedio con non poche difficoltà"

"Con l’occasione dell’interrogazione presentata oggi in consiglio comunale -si legge in una nota dell'assessore Folli- relativa al parcheggio Lombardia rendiamo noto che, contestualmente all’approvazione dei Piani industriali delle due società Parma Infrastrutture e Infomobility che sta avendo luogo in questi giorni, si è deciso di esperire la soluzione della subconcessione del parcheggio da Parma Infrastrutture ad Infomobility che verrà messa in atto materialmente entro questo mese di giugno, così da poter rendere finalmente fruibile la struttura, sia per quanto riguarda il parcheggio interrato da 60 posti che verrà gestito con abbonamenti, sia per gli stalli in superficie a righe blu che verranno gestiti nell’ambito del contratto di gestione della sosta a raso in essere da Infomobility stessa. La difficoltà e i ritardi nell’apertura del parcheggio sono state dovute, oltre che a problemi di collaudo e contenziosi con l’impresa realizzatrice causate da infiltrazioni di acqua piovana (ora risolti), anche alla difficoltà di sana gestione in termini economici di parcheggi interrati con capienza inferiore a 90 posti. 

E’ stato stimato infatti che nel caso di un parcheggio di piccole dimensioni quale è il Lombardia (ovvero 60 posti auto), il bilancio tra costi di gestione e proventi dalla tariffazione difficilmente arriva a pareggio, motivo per cui non è stato facile far quadrare questa operazione all’interno di società partecipate del Comune di Parma con i ben noti problemi ereditati dalle passate amministrazioni. Onde evitare il verificarsi nuovamente di casi analoghi, è stata presentata e recepita nel RUE vigente all’art.2.4.3 (“Cessione delle aree di urbanizzazione”), la seguente osservazione che al comma 3 cita: “(…) La realizzazione di parcheggi interrati può avvenire esclusivamente qualora la capienza degli stessi sia maggiore o uguale a 90 posti auto ed esclusivamente dietro parere preventivo favorevole del Servizio Mobilità”.

L’assessore Folli in merito dichiara “E’ utile che i cittadini sappiano che non vi è stata inerzia da  parte dell’attuale giunta semmai un difetto all’origine a cui si è dovuto porre rimedio con non poche  difficoltà, ennesimo caso di rattoppatura di scellerate scelte del passato che si aggiunge alla lunga  collezione da mettere in bacheca”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento