menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, nasce il dipartimento interaziendale di Emergenza-Urgenza: direzione affidata a Gianfranco Cervellin

Cabina di regia unica secondo il principio della giusta assistenza, nel giusto ospedale e nel tempo giusto

Presa in carico tempestiva e specialistica del paziente, appropriatezza dei percorsi clinici e qualità delle cure: questo è il dipartimento interaziendale di Emergenza-Urgenza della provincia di Parma. Un dipartimento nato dall’integrazione delle strutture dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria e dell’Ausl che consolida il forte legame esistente con l’Università di Parma. A guidare la squadra dei professionisti il primario del Pronto Soccorso e Medicina d’urgenza Gianfranco Cervellin.

Il dipartimento è stato presentato oggi nella sala congressi del Maggiore dai direttori generali di Azienda Ospedaliero-Universitaria e Azienda Usl, Massimo Fabi e Elena Saccenti, insieme al Rettore dell'Università di Parma Paolo Andrei.

“Il dipartimento di Emergenza Urgenza - spiega Massimo Fabi - è frutto di una storia che parte da lontano e che vede Parma, oggi come ieri, raggiungere obiettivi importanti, nell’ottica di un miglioramento continuo nella qualità della cura e dell’assistenza. Un traguardo conquistato grazie all’impegno e alla dedizione di tutti professionisti e all’impulso della Regione e dell’Assessore alle politiche per la salute Sergio Venturi. Con l’istituzione del dipartimento – conclude Fabi - mettiamo a sistema tutte le competenze presenti all’interno delle Aziende sanitarie e proseguiamo un percorso già avviato in campo tecnico e amministrativo che stiamo portando avanti con l’integrazione delle competenze cliniche e assistenziali”.

Di miglioramento dei livelli di qualità con un “coordinamento tra il Pronto soccorso di Parma e le strutture di Pronto soccorso dell’ospedale di Vaio e di Borgo Taro” parla il direttore generale di Azienda Usl Elena Saccenti, che rimarca “il lavoro svolto dall’emergenza territoriale e l’implementazione delle postazioni per l’elisoccorso, attuate dalla Regione”.

“Competenza e concretezza contraddistinguono la nascita del dipartimento che – spiega Paolo Andrei – vede l’Università e il dipartimento di Medicina e Chirurgia proseguire un lavoro iniziato da Loris Borghi, con l’ateneo e la scuola di specializzazione in emergenza-urgenza a fianco dei professionisti del Maggiore e dell’Ausl”.

Un coordinamento unico, dunque, con la scelta del più adeguato percorso clinico assistenziale per garantire la giusta assistenza ad ogni paziente, nel giusto ospedale e nel tempo giusto. “La razionalizzazione dei percorsi clinici è uno dei nostri obiettivi - spiega il neo direttore Gianfranco Cervellin, nominato all’unanimità a capo del dipartimento. “Ringrazio i direttori delle Aziende sanitarie – ha dichiarato Cervellin - e tutti i professionisti del dipartimento per la fiducia che hanno voluto accordarmi e per la qualità e la competenza che quotidianamente offrono nei loro reparti”.

A fianco del neo direttore hanno presentato il nuovo dipartimento i direttori: Gianni Rastelli Pronto soccorso e Medicina d’urgenza Ospedale di Vaio; Sandra Rossi 1°anestesia e Rianimazione; Fausto Catena Chirurgia d’Urgenza; Adriano Furlan Centrale operativa 118 Emilia Ovest; Ermanno Giombelli Neurochirurgia. Insieme ai direttori di struttura complessa erano presenti il responsabile del Punto di primo intervento dell’Ospedale di Borgotaro Melchior Franco Carzedda e i responsabili dei programmi per le Attività interventistiche in neuroradiologia Roberto Menozzi, Attività di procurement Stefano Lunardi e Percorso stroke care Umberto Scoditti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: scuole di Parma e provincia vicino al rischio chiusura

  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento