menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pasimafi: revocati i domiciliari a Ugo e Marcello Grondelli

Attenuazione della misura cautelare per Giuseppe Vannucci: dai domiciliari all'obbligo di firma

I giudici del Tribunale del Riesame di Bologna hanno deciso di revocare gli arresti domiciliari per Ugo e Marcello Grondelli, padre e figlio, imprenditori accusati di corruzione nell'ambito della maxi inchiesta denominata Pasimafi: secondo l'accusa un giro di tangenti e favori che ha sconvolto il mondo della sanità parmigiana e non solo. Gli avvocati di Ugo e Marcello, rispettivamente Luigi de Giorgi e Daniele Carra, avevano fatto le richieste presso il Riesame per la revoca della misura cautelare, puntando sull'assenza del pericolo di reiterazione del reato e dell'inquinamento delle prove. Per l'imprenditore Giuseppe Vannucci invece i domiciliari sono caduti ma resta l'obbligo di firma: il Gip di Parma Maria Cristina Sarli, con il parere favorevole del Pm Amara, ha deciso infatti l'attenuazione della misura cautelare. Marcello Grondelli, amministratore delegati della Spindial, si è dimesso dopo lo scandalo: è accusato di concorso in corruzione insieme al padre Ugo, considerato dagli inquirenti come amministratore di fatto dell'azienda di Lemignano, produttrice di dispositivi medici.. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

  • Cronaca

    Covid: novanta nuovi casi e un decesso

  • Attualità

    Vaccino: entro fine mese in arrivo 354mila dosi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento